Vai al contenuto


Foto

Peziza varia


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
9 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:01

Su una raccolta di Peziza varia reperita in ambiente urbano

 

Paolo Picciola

Strada di Fiume 52,  34137 Trieste paolo.picciola@libero.it

 

Marino Zugna

Località Riostorto 7, 34015 Muggia marinozugna@gmail.com

 

Introduzione

Gli autori forniscono una descrizione completa di Peziza varia reperita in un ambiente antropizzato nella città di Trieste su un substrato ricco di residui legnosi di latifoglia misto a terriccio.

Il contributo si conclude con alcune sintetiche note sulle caratteristiche della specie trattata.

 

Materiali e Metodi

Gli ascomi sono stati fotografati in situ mediante fotocamera digitale Nikon D90. Dopo qualche ora è stata effettuata una descrizione dei caratteri macroscopici.

Lo studio dei caratteri microanatomici è stato compiuto su materiale fresco. E’ stata utilizzata acqua distillata come mezzo di governo, il reagente di Melzer per l’accertamento dell'amiloidia di aschi e spore, il Blu Cotone lattico, a caldo, per evidenziare la loro eventuale ornamentazione.

Le misure microscopiche sono state eseguite con il software di calcolo Mycométre gentilmente fornitoci dal sig. Georges Fannechère e prelevabile a questo indirizzo http://mycolim.free.fr. Le misure sporali si riferiscono a 100 unità, ottenute da sporata o prelevate da zone non imeniali, scartando spore ancora evidentemente immature e senza tenere conto di eventuali ornamentazioni che, nel caso, si sono misurate a parte, per le rimanenti tipologie cellulari si sono eseguite un minimo di venti misure a tipologia. Le misure sottolineate si riferiscono alle medie.

Per quanto riguarda la nomenclatura abbiamo fatto riferimento a http://www.indexfung...names/Names.asp e http://www.mycobank.org/MycoTaxo.aspx .

Le foto concernenti la microscopia sono state eseguite con l’ausilio di una fotocamera Reflex EOS 50D, posto sul terzo occhio di un microscopio biologico Optech Biostar B5, supportato da ottiche Plan-APO, illuminazione alogena 12V-50 W a luce riflessa con regolatore d'intensità.

La collezione d’erbario è stata depositata nell'erbario A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso con il codice identificativo 7473.

 

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

Conspectus Fungorum in Lusatiae superioris: 311 (1805)

 

Basionimo: Octospora varia Hedw., Descr. micr.-anal. musc. frond.: 22, t. 6D (1789) [Sanzionato: Octospora varia

                    Hedw.: Fr., Syst. mycol. 2 (1): 61, 1822]

 

Sinonimi: Aleuria varia (Hedw.) Boud. Icon. Mycol. (Paris) 4: 145 (1905).

Aleuria varia var. terrestris (Bres.) Pat. Bull. soc. Hist. nat. Autun 17: 153 (1904).

Galactinia varia (Hedw.) Le Gal, Bull. trimest. Soc. mycol. Fr. 78: 210 (1962).

Geopyxis varia (Hedw.) Rehm, in Winter, Rabenh. Krypt. - Fl. Edn 2 (Leipzig) 1.3(lief. 42): 975 (1894) [1896].

Humaria varia (Hedw.) Sacc. Syll. fung. (Abellini) 8: 142 (1889).

Peziza varia var. pallens Alb. & Schwein. Consp. fung. (Leipzig): 311 (1805).

Pustularia varia (Hedw.) Sacc. Syll. fung. (Abellini) 8: 71 (1889).

Peziza micropus Pers. Icon. descr. fung. 2: 30, tab. 8.fig. 3 (1800): Fr., Syst. mycol. 2: 54 (1822).

Peziza cerea Fr., Syst. mycol. 2: 52 (1822): Fr., loc. cit.; non P. cerea Bull. Herb. Fr. : tab. 44 (1780).

 

Posizione sistematica: Pezizaceae, Pezizales, Pezizomycetidae, Pezizomycetes, Pezizomycotina, Ascomycota, Fungi

 

Descrizione macroscopica della raccolta

Ascoma largo 20-40 (60) mm, costituito da un apotecio profondamente cupolato, sessile o subsessile.

Superficie imeniale liscia, all’inizio di colore ocraceo, a maturità color nocciola chiaro.

Superficie esterna inizialmente ricoperta da uno strato forforaceo di colore biancastro che tende a dissolversi con lo sviluppo facendo emergere la superficie sottostante liscia, presto concolore all’imenio, schiarente a maturità (debolmente ingrigente in exsiccatum), bordo intero, sinuoso, a tratti lobato, liscio o finemente crenulato, a maturazione brevemente fessurato, con ampie depressioni o pieghe in corrispondenza dello pseudostipite.

Carne ceracea, cassante, abbastanza acquosetta, punta con uno spillo non secerne alcun liquido, di color ocra chiaro,  con quattro strati visibili con una lente, lo strato mediano ci risulta poco diversificato.

Sapore erbaceo, dolce.

Odore da fresco erbaceo o di spinaci lessati, in fase d’essicazione spermatico. 

 

Descrizione microscopica della raccolta

Spore (13,07)14,36-15,58-16,68(17,46) x (7,84)8,35-9,76-10,51(10,98) µm, Q. (1,39)1,48 - 1,60-1,75(1,94), Vol. = (432,4)518,60 - 785,50-950,50(1013,3) µm³; ellittiche, non guttulate, ialine, apparentemente lisce, ma se osservate con l’olio da immersione in Blu Cotone Lattico a caldo risultano finemente verrucose.

Aschi (258) 259-276-288 (288) x (10,2) 10,6-12,5-14,7 (14,7) µm, cilindrici, J+ all’apice, contenenti otto spore uniseriate, base pleurorinca.

Parafisi: con diametro (2,6) 2,8-3,3-3,9 (4,3) µm, cilindriche, settate, apice appena allargato, ialine.

Imenio largo circa (261) 283 (300) µm.

Descrizione degli excipuli

In un esemplare della raccolta, in cui la sezione della carne (compresi gli aschi), misurava all’incirca (1733) 1821 (1966) µm, abbiamo riscontrato 5 strati così conformati:

1/ subimenio spesso in media 100 µm, a textura globulosa formato da cellule subglobose frammiste a piriformi misuranti (16) 17-23-31 (32) x (9) 10-13-16 (18) µm.

2/ excipulum medullare superiore spesso in media 586 µm, a textura globulosa, orientata prevalentemente in senso perpendicolare all’imenio, formato da cellule globose, subglobose e piriformi, con diametro (37) 38-67-92 (101) x (26) 29-50-70 (76) µm, frammisto a ife cilindriche, settate, parallele all’imenio.

3/ excipulum medullare medio spesso in media 192 µm, a textura intricata, formata da ife cilindriche con diametro (6) 7-9-14 (15) µm, disposta prevalentemente perpendicolarmente all’imenio.

4/ excipulum medullare inferiore spesso in media 440 µm, a textura globuloso-angularis, formato da cellule globose, subglobose e piriformi, misuranti (37) 42-71-105 (121) x (29) 33-56-84 (87) µm, frammiste a poche ife cilindriche, settate, disposte parallelamente all’imenio.

5/ excipulum ectale spesso in media 171 µm, a textura globulosa, composto da cellule subglobose con diametro (12) 13-23-33 (39) x (11) 12-20-28 (30) µm. Lo strato più esterno è formato da ife cilindriche intricate e più o meno catenulate, lunghe nel totale (41) 46-53-60 (69) x (7) 8-9-10 (11) µm, disposte prevalentemente parallele all’imenio, con articoli terminali con apice di pari spessore o appena più largo.

 

Dati relativi alla raccolta

N. scheda: 7473. Data di ritrovamento: 13/04/2018. Località: Trieste città - Ponziana. Comune: TRIESTE. Coordinate geografiche: 110: III: TRIESTE. Altezza 15 m s.l.m. Habitat: su substrato ricco di residui di latifoglie mescolato a terriccio. Raccolta composta da una cinquantina di ascomi a crescita cespitosa-appressata. Legit: Picciola P. & det. Zugna M. Data inserimento in erbario: 19/04/2018.

 

Osservazioni

Peziza varia è considerata una specie ad ampia distribuzione per il suo cresce su diversi substrati: residui legnosi di latifoglie anche interrati, su terriccio humoso, terreno da serra, sterco, su residui bruciati, edili, tessili o cartacei, nei luoghi umidi (Hansen et al., 2002; Chiari et al., 2015).

La presente raccolta è stata effettuata in ambiente urbano, su un substrato composto da residui legnosi di latifoglie mescolato a terriccio, le cui fruttificazioni tendevano a crescere appressate, addirittura cespitose, deformate per la reciproca compressione.

Per quanto concerne la sua variabilità, gli studi filogenetici e morfologici condotti da Hansen et al. (2002) hanno potuto accertare la conspecificità di Peziza varia con altre specie fulcranti attorno ad essa, quali ad esempio: P. cerea Fr. e P. micropus Pers.

In questo lavoro appena menzionato gli autori hanno inoltre rigettato il binomio Peziza repanda Pers. definendolo un nomen confusum.

Peziza varia si riconosce sul campo per la superficie esterna inizialmente forforacea, che diviene biancastra con tempo asciutto per la sua igrofania, le colorazioni bruno chiare, l’assenza di latice alla contusione, la carne pluristratificata (fino a 5 strati visibili con la lente!).

Microscopicamente si caratterizza per la presenza di spore ellissoidali, apparentemente lisce, ma finemente verrucose a 1000 ingrandimenti con l’olio da immersione in Blu Cotone Lattico a caldo (osservazioni personali), di dimensioni nei valori medi di 15,58 x 9,76 µm.

L’ornamentazione sporale è ben evidenziata e supportata al SEM (Hansen et al., 2002).

Sebbene gran parte della letteratura da noi consultata accredita a questa specie la presenza di parifisi moniliformi, con elementi che raggiungono i 20 µm di larghezza nelle porzioni più ampie, la nostra raccolta ha evidenziato, invece, delle parifisi cilindriche, piuttosto regolari, larghe in media appena 3,3 µm.

Queste osservazioni concordano con quanto riportato da Hansen et al. (2002) che rifacendosi alle osservazioni di Donadini (1980) e Kullman (1995) secondo i quali le parafisi rigonfie si formerebbero in presenza di elevati livelli di umidità in determinati microambienti. Pertanto, tale carattere non può essere considerato affidabile per separare Peziza varia, a parafisi moniliformi, da P. cerea e P. micropus, a parafisi cilindriche. Sulla base di queste osservazioni, in questo nostro contributo si attribuisce a Peziza varia la caratteristica di possedere, a seconda del grado di sviluppo dei carpofori e del grado di umidità ambientale presente, delle parafisi sia cilindriche, come ad esempio nella raccolta in questione, sia moniliformi, come riportato nella maggior parte della letteratura consultata.

 

Bibliografia

Breitenbach J. & F. Kränzlin -1981: Champignons de Suisse. Tome 1. Les Ascomycètes. Lucerne.

Cacialli G., V. Caroti & F. Doveri – 1995: Funghi fimicoli e rari o interessanti del litorale toscano. Schede di Micologia. Vol. 1. A.M.B. Fondazione Centro Studi Micologici. Trento.

Chiari M., G. Giliani, G. Medardi & C. Papetti – 2015: I funghi della città di Brescia. A.M.B., Circolo Micologico G. Carini. Brescia.

Dennis R.W.G. -1981: British Ascomycetes. Vaduz, 585 pp. + addenda and corrigenda (avecplanches).

Donadini J.C. – 1980: Le genre Peziza (suite). Fortoulisme. Critères taxinomiques ches les Discomycètes operculés. Documents mycologiques 11:27-30.

Donadini J.C. -1981: Le genre Peziza dans le Sud-Est de la France, avec clé du genre pour la

France. Université de Provence. Marseille, 199 pp. (+ planches).

Dougoud R. – 2001: Clé des discomycétes carbonicoles. Documents Mycologiques Tome XXX n° 120 2001
Franchi, P., L. Gorreri, M. Marchetti & G. Monti - 1992: Funghi e cenosi di aree bruciate. Pisa.
Grelet L. J. - 1979 : Réédition Les discomycètes de France d’aprés la classifications de Boudier.

Hansen K., T. Læssøe & D. H. Pfister2002: Phylogenetic diversity in the core group of Peziza inferred from ITS sequences and morphology. Mycological Research 106 (8): 879-902.

Jamoni P.G. - 1997: Lo studio del genere Peziza. Funghi e Ambiente 1997.

Kullman B. – 1995: Peziza varia – a moisture loving guest in our homes. Estonian Nature 8:219.
Le Gal M. -1947: Recherches sur les ornementations sporales des Discomycètes operculés. Thèse.

Ann. Sc. Nat. Bot. 11 (8):73-297.

Medardi G. (a cura di)  – 2006: Atlante fotografico degli ascomiceti d’Italia. A.M.B. Centro Studi Micologici. Trento.

 

Photo by: Paolo Picciola

 

Peziza varia 7473 01.JPG

 

Peziza varia 7473 02.JPG

 

Peziza varia 7473 03.JPG

 

Peziza varia 7473 04.JPG

 

Peziza varia 7473 05.JPG

 


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:02

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: sezione

 

Peziza varia 7473 06.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:03

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: imenio e subimenio

 

Peziza varia 7473 07.JPG

 

Peziza varia 7473 08.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:04

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: excipulum medullare superiore

 

Peziza varia 7473 09.JPG

 

Peziza varia 7473 10.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:05

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: excipulum mediano

 

Peziza varia 7473 11.JPG

 

Peziza varia 7473 12.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:06

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: excipulum medullare inferiore

 

Peziza varia 7473 13.JPG

 

Peziza varia 7473 14.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:06

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: excipulum ectale

 

Peziza varia 7473 15.JPG

 

Peziza varia 7473 16.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:07

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: aschi, Melzer

 

Peziza varia 7473 17.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#9 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:08

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: aschi, parafisi, subimenio

 

Peziza varia 7473 18.JPG

 

Peziza varia 7473 19.JPG

 

Peziza varia 7473 20.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#10 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 12:09

Peziza varia (Hedw. Fr.) Alb. & Schwein.

In foto: spore

 

 

Peziza varia 7473 21.JPG

 

Peziza varia 7473 22.JPG

 

Peziza varia 7473 23.JPG

 

Peziza varia 7473 24.JPG

 

 

Peziza varia 7473 25.JPG

 

Peziza varia 7473 26.JPG


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi