Vai al contenuto


Foto

FINFERLI O FINFERLE ! QUESTO ╚ IL PROBLEMA


  • Per cortesia connettiti per rispondere
33 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:42

Questo modesto articolo di micologia spicciola, ci introdurrÓ ad un Genere molto interessante per i micofili, e molto apprezzato per gli appassionati micofagi (o mico-gastronomi), che dir si voglia, e ci aiuterÓ nel determinare, e nel distinguere meglio alcune specie di Cantharellus.

Chi non ha mai sentito parlare dei famosi finferli o delle finferle, e ancora dei gialletti, o dei gallinacci, "e chi pi¨ ne ha pi¨ ne metta", nelle nostre zone ad esempio (come in ogni altra parte d'Italia), in ogni paesino essi hanno un epiteto diverso, generando confusione tra chi non ha ancora le idee ben chiare, e spesso contribuendo alla confusione generale.

Premettendo che, il Genere non comprende specie tossiche, ne tanto meno velenose, ed anzi la maggior parte di esse e molto apprezzata dal punto di vista gastronomico, salvo restando il fatto che esistono delle persone allergiche ai "funghi" nelle quali le conseguenze dovute ad un pasto di specie comunemente ritenute commestibili, sono pressochÚ identiche se non maggiori a quelle dovute all'ingestione di specie notoriamente tossiche. ╚ risaputo che come alimento i "funghi" sono poco digeribili, e vanno consumati in modica quantitÓ.

Veniamo ora alla parte sistematica, cercando di inquadrare i nostri "funghi", in un regno per loro ideato.

REGNO FUNGHI
Divisione Eumycota
Sotto Divisione Hymenomycetes
Classe Holobasidiomycetidae
Ordine Aphylloporales
Famiglia Cantharellaceae


Alla Famiglia delle Cantharellaceae, appartengono tre Generi, il Genere Craterellus, il Genere Pseudocraterellus, ed infine il Genere Cantharellus, quest'ultimo "e non solo", Ŕ quello che noi prenderemo in considerazione, facendo una breve descrizione macroscopica delle specie pi¨ comuni nelle nostre zone, e una piccola chiave dicotomica delle specie descritte.

Cantharellus cibarius Fries
Etimologia: dal latino "cibarius"= pertinente al cibo. Per la sua commestibilitÓ.
Nomi volgari: finferlo, galletto, gialletto, gallinaccio, giallino, giallarello.

Cappello: 3-10 cm., carnoso pieno, dapprima convesso, poi pi¨ aperto, alla fine depresso, concavo, con il margine irregolare, di colore giallo uovo.
Lamelle: molto decorrenti, assomiglianti a venature, anastomosate, concolori al cappello.
Gambo: 2-7x1-3 cm., tozzo, pieno, liscio, attenuato alla base, dello stesso colore del cappello.
Carne: compatta, soda, nel cappello, fibrosa nel gambo, di colore bianco con sfumature gialle, odore grato, sapore dolce.

Habitat: praticamente lo si trova in tutti gli habitat, sia sotto latifoglia, che sotto aghifoglia, in numerosi individui.

CommestibilitÓ: in cucina, e adatto a numerosi piatti, ma contrariamente a quanto si crede, esso non si presta allĺessiccamento, in quanto rimane coriaceo al momento della reidratazione.

Osservazioni: il finferlo Ŕ assieme al porcino, il fungo pi¨ conosciuto, dalle nostre parti e fatto uso di una raccolta sistematica. Fare molta attenzione a non confonderlo con il tossico O. olearius


Cantharellus lutescens (Pers.ex Fr.)
Etimologia: dal latino "lutescens" = che tende al colore giallo.
Nomi volgari: finferla.

Cappello: 2-6 cm., poco carnoso, sempre ombelicato, dapprima convesso, poi svasato, imbutiforme, con l'orlo ondulato frastagliato, centro del cappello comunicante con la cavitÓ del gambo, superficie del cappello fibrillosa, di colore bruno pi¨ o meno scuro, che lascia intravedere il colore giallo arancio sottostante.
Imenoforo: liscio nel giovane, decorrente sul gambo, con l'etÓ diventa venoso, con anastomosi e forcature pi¨ o meno spesse. Colore rosa-carnicino, poi tendente all'arancio pallido.
Gambo: 3-6x1-2 cm., affusolato alla base, sinuoso, contorto, cavo, e fragile, di colore giallo-arancio, con la base che diventa biancastra.
Carne: giallo-pallido, elastica, fragile, sapore dolce, odore gradevole, di frutta (albicocche).

Habitat: Cresce nei luoghi umidi in boschi di aghifoglie e di latifoglie, preferendo le conifere; copioso nelle stazioni di crescita, dal tardo autunno sino alle prime gelate.

CommestibilitÓ: essendo un ottimo commestibile, esso viene molto ricercato dai suoi estimatori;

Osservazioni: di fatto la finferla Ŕ cesio captante (radioattivo), si raccomanda perci˛ la parsimonia nell'uso in cucina, limitandosi (se proprio non si pu˛ farne a meno) ad una o due assaggi annuali. Dal punto di vista morfologico esso si potrebbe confondere con C. tubaeformis dal quale si differenzia per il colore che tende al verde-oliva e dall'imenio a lamelle, e anch'esso ottimo commestibile.

Elenchiamo qui di seguito alcune specie vicine a C. cibarius e C. lutescens e come queste ottimi commestibili:

C. alborufescens Mal., la mancanza del colore giallo, pi¨ o meno evidente, lo distingue da cibarius, in pi¨ alborufescens pu˛ macchiarsi intensamente di rosso, in ogni sua parte, odore, sapore ed Habitat, simili a cibarius.
C. cinereus Pers.: Fries, confuso molto spesso con Craterellus cornucopioides (L.) F. (la famosa trombetta dei morti), da esso si differenzia per l'imenio pseudo lamellato.
C. friesii Quel., simile a cibarius, ma sempre, pi¨ piccolo di taglia, e pi¨ aranciato nei colori, stesso odore e Habitat.
C. melanoxeros Desm., simile a cibarius, si differenzia per le tonalitÓ violaceo-lillacine, che appaiono in tutto il carpoforo, per l'annerimento dove leso e per l'odore pi¨ leggero, Habitat, pressochÚ analogo.
C. tubaeformis Fries, molto simile a lutescens, dal quale si differenzia per il colore verde-oliva dell'imenio, e per le venature pi¨ marcate.

Piccola chiave dicotomica basata sui principali caratteri macro.

1 carpofori con toni gialli ............................................................................................................2
1 carpofori senza toni gialli ........................................................................................................7

2 carpofori con gambo pieno ......................................................................................................4
2 carpofori con gambo cavo ........................................................................................................3

3 carpofori con imenoforo giÓ all'inizio venato, a toni grigio-verde-oliva, gambo cavo.
Cantharellus tubaeformis Fr.
3 carpofori, con imenoforo liscio, poi leggermente venato, colorato di giallo-arancio-rosa, gambo cavo.
Cantharellus lutescens (Pers.) Fr.

4 carpofori esili, che non superano quasi mai i 3 cm. di diametro, colore giallo-aranciato.
Cantharellus friesii Quel.
4 carpofori non con questi caratteri ............................................................................................5
5 carpofori giallo-arancio, alle volte, un poĺ biancastri, mai toni viola, lilla, o rosso-cupo.
Cantharellus cibarius Fr.
5 carpofori giallo-arancio, con toni lilla o bianchi, e macchiantisi di rosso-cupo al tocco................6
6 carpofori giallo-arancio, con toni lillacino-violacei, soprattutto sul cappello. ..Cantharellus melanoxeros Desm.
6 carpofori giallo-arancio-pallido, anche bianchi, che si macchiano di rosso mattone al tocco.
Cantharellus alborufescens Mal.
7 carpofori senza toni gialli, in ogni loro parte.
Cantharellus cinereus Pers.: Fr.

In conclusione, dobbiamo dire che: le specie da noi citate e appartenenti al Genere Cantharellus, sono tutte commestibili, con le eccezioni fatte per C. lutescens.
La confusione delle specie sopra elencate, pu˛ avvenire con il fungo dell'olivo di cui diamo una piccola descrizione.


Omphalotus olearius (DC ex Fr.) Sing.
Etimologia: dal latino "olea" = olivo. Per l'habitat particolare di crescita


Cappello: dapprima convesso, poi aperto, infine spianato, depresso e imbutiforme, carnoso al centro, sottile al margine, di colore giallo-arancio, che diviene rosso-mattone, ma pu˛ apparire di questo colore anche l'esemplare giovane.
Lamelle: fitte, sottili, decorrenti sul gambo, di colore giallo-zafferano.
Gambo: cilindrico, attenuato alla base, tenace, concolore o tendente al rosso-mattone.
Carne: elastica, fibrosa, di colore giallo-arancio, sapore dolce, odore buono.
Habitat: cresce dalla fine dell'estate all'autunno inoltrato, sia isolato sia in gruppi cespitosi, alla base dei tronchi, ma anche sulle radici (apparendo in questo modo terricolo) di molte latifoglie, nelle nostre zone esso predilige il castagno (Castenea sativa) e le Quercus sp., ma non disdegna altre essenze arboree.
CommestibilitÓ: a dispetto dei bei colori e dal invitante aspetto, esso Ŕ un fungo VELENOSO, ed Ŕ causa di gastroenteriti, con leggeri, "ma non per questo sotto valutabili" effetti epatotossici, a causa di certi sintomi (denunciati da persone intossicate da O. olearius) si sospetta la presenza di muscarina.

Di seguito, una sequenza di foto che comprendono diverse specie varietÓ e forme quý citate, inseriamo inoltre anche alcune immafini di Gomphus clavatus, specie appartenente alla Famiglia delle Gomphaceae e molte volte messa in relazione alle Cantharellaceae.

Foto 1
Cantharellus cibarius

Immagini Allegate

  • c0068.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:43

foto 2
C. cibarius in habitat

Immagini Allegate

  • c0090.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:46

foto 3
C. cibarius var. cibarius
foto di Gabriele Ricci

Immagini Allegate

  • c0041.jpg.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:47

foto 4
C. cibarius var. bicolor

Immagini Allegate

  • c0069.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:49

foto 5
Cantharellus amethysteus = Cantharellus cibarius v. amethysteus

Immagini Allegate

  • c0139.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:51

foto 6

Cantharellus amethysteus = Cantharellus cibarius v. amethysteus

Immagini Allegate

  • c0026.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:52

foto 7

Cantharellus amethysteus = Cantharellus cibarius v. amethysteus

Immagini Allegate

  • c0142.jpg.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:53

foto 8

Cantharellus amethysteus = Cantharellus cibarius v. amethysteus

Immagini Allegate

  • c0141.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#9 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:54

foto 9

Cantharellus friesii

Immagini Allegate

  • c0066.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#10 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:57

foto 10

Tre Cantharellaceae a confriýonto; da sinistra:
Cantharellus amethysteus, C. friesii, C. cibarius var. cibarius

Immagini Allegate

  • c0143.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#11 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:58

foto 11

Cantharellus lutescens
foto di Gabriele Ricci

Immagini Allegate

  • c0042.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#12 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 16:59

foto 12

Cantharellus tubaeformis var. tubaeformis

Immagini Allegate

  • c0251.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#13 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:01

foto 13
Cantharellus tubaeformis var. tubaeformis

Immagini Allegate

  • c0045.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#14 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:02

foto 14
Cantharellus melanoxeros

Immagini Allegate

  • c0054.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#15 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:04

foto 15
C. melanoxeros

Immagini Allegate

  • c0259.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#16 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:05

foto 16
Cantharellus ianthinoxanthus

Immagini Allegate

  • c0094.jpg.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#17 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:06

foto 17
Cantharellus cinereus

Immagini Allegate

  • c0134.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#18 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:08

foto 18
C. cinereus

Immagini Allegate

  • c0132.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#19 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:09

foto 19
Craterellus cornucopioides

Immagini Allegate

  • c0055.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#20 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:10

foto 20
Craterellus cornucopioides

Immagini Allegate

  • c0120.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#21 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:12

foto 21
Craterellus cornucopioides

Immagini Allegate

  • c0257.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#22 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:13

foto 22
Pseudocraterellus udulatus

Immagini Allegate

  • c0123.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#23 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:14

foto 23
Pseudocraterellus undulatus

Immagini Allegate

  • c0124.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#24 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:17

foto 24

Pseudocraterellus undulatus, Craterellus cornucopioides;
differenze strutturali macroscopiche dei carpofori

Immagini Allegate

  • c0125.JPG

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#25 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31023 messaggi

Inviato 20 febbraio 2003 - 17:18

foto 25
Gomphus clavatus

Immagini Allegate

  • c0136.jpg.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi