Vai al contenuto


Foto

Lactarius fraxineus


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
7 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31392 messaggi

Inviato 23 luglio 2004 - 16:08

dell'epiteto potrebbe sembrare che l'habitat dovesse essere specifico, invece nasce anche sotto altre latifoglie, io l'ho trovato fra carpini, noccioli ed ontani, in luogo umido , ma a pensarci bene non escluderei la presenza di qualche frassino.
Si distingue da L. circellatus, oltre che per il colore pi¨ caldo "quasi laterizio", per il latice che seccando sulle lamelle diventa verde-grigiastro, la media lunghezza di cistidi imeniali e le spore con un breve ma netto reticolo, il sapore Ŕ piccante in entrambe le specie.
Le altre specie della Sezione Pyrogalini si differenziano per habitat, colori o microscopia differenti.

Immagini Allegate

  • lactarius_fraxineus_2306_01.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31392 messaggi

Inviato 23 luglio 2004 - 16:09

il latice Ŕ di colore bianco, immutabile, seccando sulle lemelle diventa verde-grigiastro

Immagini Allegate

  • lactarius_fraxineus_2306_02.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31392 messaggi

Inviato 23 luglio 2004 - 16:14

le belle spore, in melzer evidenziano un ornamentazione a verruche che si uniscono in creste a formare un reticolo che alle volte forma delle maglie chiuse, 7-8 x 4-5 Ám

Immagini Allegate

  • lactarius_fraxineus_2306_08.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31392 messaggi

Inviato 23 luglio 2004 - 16:17

i cistidi imeniali vengono messi in evidenza dalla SVA = acido spolforico + sulfovanillina, la reszione da positivitÓ colorando di nero i macrocistidi, e di violetto le altre parti imeniali.

Foto a bassi ingrandimenti

Immagini Allegate

  • lactarius_fraxineus_2306_19.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31392 messaggi

Inviato 23 luglio 2004 - 16:20

a medi ingrandimenti si notano bene i macrocistidi di forma sinuosa, fusiformi ad apice memmellonato

Immagini Allegate

  • lactarius_fraxineus_2306_15.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31392 messaggi

Inviato 23 luglio 2004 - 16:21

anche le ife laticifere reagiscono positivamente allo SVA

Immagini Allegate

  • lactarius_fraxineus_2306_14.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 antonio

antonio

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1614 messaggi

Inviato 26 luglio 2004 - 12:05

Ciao Marino,
ti confermo che per mia esperienza l'epiteto Lactarius fraxineus non Ŕ proprio azzeccato, io ho fatto alcune raccolte sotto castagno, Quercus cerris ed anche Quercus ilex.
:googl: Antonio Gennari

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31392 messaggi

Inviato 26 luglio 2004 - 12:51

infatti, molte volte l'epiteo specifico trae in inganno, soprattutto quando si riferisce ad una zona ben precisa, oppure ad un habitat, per non parlare di commestibilitÓ :googl:
Grazie per la tua puntuale precisazione
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi