Vai al contenuto


Foto

Radiigera atrogleba


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
6 risposte a questa discussione

#1 doni

doni

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 131 messaggi

Inviato 03 febbraio 2005 - 10:25

Cari amici da un pò di tempo Arturo si sta dedicando allo studio dei funghi ipogei, da noi sempre trascurati.
Non disponiamo di una vasta bibliografia ma solo di qualche testo e non sempre specifico, per questo le difficoltà nella determinazione sono notevoli.

Giorni fa un amico gli ha portato da determinare dei funghi, raccolti in una radura con ucaliptus e una piccola quercia, convinto che si potesse trattare di funghi appartenenti al genere Elaphomices ma dall'esame macroscopico ma sioprattutto da quello microscopico si è visto che i dati non corrisponevano.

Vi allego la descrizione fatta da me ed Arturo:

Peridio : In tutti gli esemplari (3-4) il peridio notevolemente spesso (circa 2 mm) e biancastro presenta la superficie esterna facilmente separabile (tanto da pensare ad un esoperidio) caratteristicamente in tutti gli esemplari percorso da venature rilevate.
Gleba: la gleba (ma erano tutti esemplari maturi) gia in polvere salvo la presenza al centro di area chiara.

Microscopicamente il peridio è formato da ife globose-poligonali e la gleba da un capillizio ialino-ocraceo a basso ingrandimento percepito come ocra-grigiastro ma molto pallido. le spore piccole 4-4,5x 3,8x4,2 aculeate globose. Non sono riuscito ad evidenziare aschi.

Il fungo presentava poi evidenti cordoni miceliari alla base ed un odore caratteristico da tartufo.

Vi allego alcune foto

Immagini Allegate

  • Redigera_1.jpg

Donatella De Giorgi - AMB Lecce

#2 doni

doni

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 131 messaggi

Inviato 03 febbraio 2005 - 10:29

Alcuni particolari di microscopia

Immagini Allegate

  • redigera2.jpg

Donatella De Giorgi - AMB Lecce

#3 doni

doni

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 131 messaggi

Inviato 03 febbraio 2005 - 10:31

altra

Immagini Allegate

  • redigera3.jpg

Donatella De Giorgi - AMB Lecce

#4 doni

doni

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 131 messaggi

Inviato 03 febbraio 2005 - 10:33

Spore

Immagini Allegate

  • radiigera_4.jpg

Donatella De Giorgi - AMB Lecce

#5 doni

doni

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 131 messaggi

Inviato 03 febbraio 2005 - 10:42

Nello studio abbiamo considerato che la presenza di una gleba matura nella quale non era possibile rinvenire alcun asco e la misura delle spore inferiore ai 10 micron ci ha fatto escludere si trattasse di un ascomicete, per cui abbiamo abbandonato l'originale ipotesi di Elaphomyces sp.

dopo varie ipotesi Arturo si è orientato verso il genere Radiigera soprattutto per la struttura del peridio e la sua ipotesi è che si possa trattare di Radiigere atrogleba

Purtroppo la nostra scarsa esperienza sugli epigei e la poca bibliografia non ci hanno consentito di approfondire di più le nostre ipotesi, saremmo contenti di conoscere i vostri pareri.

Donatella
Donatella De Giorgi - AMB Lecce

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Admin
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31434 messaggi

Inviato 06 febbraio 2005 - 18:31

Oggi ho ricevuto un pezzo d'essiccata della raccolta di cui sopra "per la quale ringrazio Doni", e dopo aver fatto la microscopia posto alcune foto di questa.
In quanto alla specie, non ci sono dubbi che si tratta di Radiigera atrogleba, specie che è giudicata rara o per lo meno non comune.

Nella foto micro, il capillizio "non ho notato setti", ialino, con pareti spesse, leggermente gialle in ammoniaca 6%.

Immagini Allegate

  • radiigera_atrogleba_12.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso


#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Admin
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31434 messaggi

Inviato 06 febbraio 2005 - 18:33

le spore, sferiche, ornamentate da grosse verruche isolate

Immagini Allegate

  • radiigera_atrogleba_10.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi