Vai al contenuto


Foto

Inocybe fulvida var. subserotina


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
19 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:19

Inocybe fulvida Bres. var. subserotina Bon

La raccolta è stata fatta ieri in una località nei pressi del mare, in terreno sabbioso L'essenza arborea che era più manifesta nei pressi, era il Pinus nigra, ma non mancavano altre essenze arboree di latifoglia nei pressi.
Il luogo del ritrovamento era alquanto particolare e si trattava di un vecchio campo da tennis in terra rossa, oramai in disuso da parecchi anni.
Stranamente, la specie era circoscritta all'interno del campo, quasi come se i bassi cordoli di cemento che delimitavano il campo avessero in qualche modo delimitato anche il suo sviluppo.
Nello stesso campo, e con le stesse modalità sono state reperite anche Inocybe terrigena "da verificare", Helvella spadicea, H. leucomelaena.

Nella foto:l'habitat con il pino nero di contorno e alcuni dei raccoglitori

Immagini Allegate

  • Immagine_023.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:21

il basso scalino che delimitava il campo da tennis nel quale sono state fette le raccolte e nella parte bassa "all'esterno", un boschetto d'orniello

Immagini Allegate

  • Immagine_026.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:22

la terra rossa all'interno del campetto su cui sono stati fatti i ritrovamenti

Immagini Allegate

  • Immagine_027.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:24

ed ecco la raccolta in questione

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_01.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:31

certo è che, il tempo abbastanza secco ha sicuramente parzialmente modificato l'aspetto della specie, ma grossomodo, non dovrebbe discostarsi troppo da quanto descritto da Bon per questa varietà di fulvida.
Per tutto quanto riguarda le vcissitudini di questa specie, i suoi sinonimi e le sue interpretazioni, vi rimando alla bibliografia specializzata, ed in particolare alle note dell'amico Enrico Bizio & G. Consiglio - 2002 AMER n. 56.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_03.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:32

di seguito la microscopia:
cheilocistidi abbondanti in tutto il filo lamellare.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_08.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:36

ancora dei cheilocistidi, la parete era normalmente di medio spessore ma poteva in qualche caso arrivare a misurara 4 µm.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_09.jpg
  • 16.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:38

un cheilocistidio a parete vistosamente spessa.
in questo caso la parete aveva 4 µm, circa.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_11.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#9 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:53

pleurocistidi abbastanza numerosi, di forma e misura abbastanza simile ai cheilo

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_14.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#10 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:56

alcune forma di pleurocistidi e una loro misura

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_16.jpg
  • 10.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#11 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 12:59

proseguiamo con i caulocistidi all'apice del gambo

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_23.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#12 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:00

così al terzo superiore

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_19.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#13 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:02

nel secondo terzo del gambo essi erano molto radi ma in ogni casosi potevano ancora riscontrare dei cistidi veri

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_25.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#14 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:04

via via sostituiti da paracaulocistidi privi di cristalli e sempre più scarsi fino a sparire del tutto sotto la metà del gambo.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_26.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#15 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:07

i basidi sono solitamente tetrasporici ma ogni tanto si sono notati alcuni basidi bisporici.
Probabilmene questo fattore influenza la notevole variabilità della lunghezza sporale.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_28.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#16 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:08

spore dalla lamella

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_29.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#17 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:09

spore dal gambo.
la tabella è rapportata alla misura di 64 rilevazioni.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_31.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#18 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:09

ancora un'esempio delle spore

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_35.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#19 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31361 messaggi

Inviato 02 maggio 2005 - 13:10

termino finalmente con il grafico di raffronto.

Immagini Allegate

  • inocybe_vulvida_var_subserotina_2718_37.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#20 Enrico

Enrico

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 34 messaggi

Inviato 09 aprile 2006 - 16:22

mai vista vista una forma così incredibilmente velata.
Molto bella (e anche molto critica)




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi