Vai al contenuto


Foto

Tricholoma psammopus (Kalchbr.) Quél., (1875)


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
7 risposte a questa discussione

#1 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 23 novembre 2005 - 19:57

Ciao,
3/11 sul prato a 600 m, periodo piovoso.

bei funghi molto carnosi anche se non grandi, odore forse che ricorda gli ebelomi e sapore insignificante, sono in difficoltà perchè non l'ho mai incontrato,
salvo la smentita del mio controllore Marino.
vi faccio vedere e se m'illuminate m'inchinerò :mago!:

foto 1

Immagini Allegate

  • determinare.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#2 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 23 novembre 2005 - 19:59

foto 2

Immagini Allegate

  • determinare1.jpg

Messaggio modificato da brunoceppo, 23 novembre 2005 - 19:59

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#3 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 23 novembre 2005 - 20:00

foto 3

Immagini Allegate

  • dadeterminare1.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#4 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 23 novembre 2005 - 20:01

foto 4

Immagini Allegate

  • daterminare2.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#5 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 23 novembre 2005 - 20:02

ciao e grazie.

foto 5

Immagini Allegate

  • daterminare4.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31321 messaggi

Inviato 26 gennaio 2006 - 21:20

dopo aver scherzato sul fatto che fosse una specie o l'altra, io tendevo a sottolinare le "tegole", per intendere T. imbricatum ma la raccolta assomiglia certamente più a T. psammopus che a T. imbricatum e, al limite si poteva anche pensate a T. vaccinum in habitus particolare ma l'habitat escluderebbe in parte quest' ultima ipotesi.
Fatto stà che determinare la raccolta con un certo margine di sicurezza non è sicuramente cosa semplice specialmente in base alle informazioni ricavate da una o diverse foto, che non lasciano trasparire altro che l'immagine nuda e cruda.
Comunque, ritrovandomi con l'exiccatum fra le mani, mi sono chiesto quali caratteri avrei dovuto osservare per venirne fuori, dato che le spore e i caratteri imeniali sono pressochè identici "o quasi", in tutta la Sez. Imbricata. In questo mi è vanuta in aiuto la chiave sulle Tricholomataceae di M. Bon, dove, l'autore descrivendo la pileipellis di Tricholoma psammopus, osserva e letteralmente sottolinea la parola capités, nella descrizione delli terminali della pileipellis, giudicando tale carattere come importante e differenziale rispetto alle specie vicine, dato che queste possiedono i trminali della pileipellis cilindrici "banali".
Da questa osservazione e dalla verifica fatta possiamo con un certo margine di sicurezza affermare che si tratta di una bella raccolta di Tricholoma psammopus (Kalchbr.) Quél., (1875)

pileipellis

Immagini Allegate

  • micro_008.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31321 messaggi

Inviato 26 gennaio 2006 - 21:21

pileipellis

Immagini Allegate

  • micro_009.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31321 messaggi

Inviato 26 gennaio 2006 - 21:22

non credo ci siano dubbi sul fatto che i terminali siano ad apice clavato, vero? <_<

Immagini Allegate

  • micro_013.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi