Vai al contenuto


Foto

Il Nocciolo


  • Per cortesia connettiti per rispondere
12 risposte a questa discussione

#1 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:48

Tra le fioriture precoci c’è anche quella del nocciolo…ma chi lo nota è bravo!
Corylus avellana L. Fam. Corylaceae, fiorisce già da febbraio, con fiori però davvero poco vistosi .
Un tempo, dopo la fine dell’ultima glaciazione, il clima divenne più caldo e più secco dell’attuale: è il cosiddetto periodo Boreale, chiamato anche Periodo del Nocciolo, perché proprio allora,tra gli 8.800 e 7.500 anni fa, questa pianta, favorita dalle particolari condizioni climatiche, ebbe un notevole sviluppo in Italia e in Europa. Poi, pian piano il clima divenne più umido e altre piante presero il sopravvento, ma il nocciolo è rimasto ancora oggi abbastanza diffuso in tutta Europa.
In Italia solo in Puglia, Sardegna e Sicilia allo stato spontaneo è localizzato in aree ristrette, mentre nel resto della penisola vive dal livello del mare fino a un massimo di 1600 m., nei sottoboschi appenninici e sulle Alpi, nei versanti caldi e assolati esposti a sud.

Il nocciolo è un arbusto, quindi ha una struttura ramificata fin dalla base a livello del terreno; la sua altezza varia da 2 a 9 metri .
FOTO 1

Immagini Allegate

  • 1.jpg

Messaggio modificato da patrizia, 02 marzo 2006 - 22:53

patrizia
Modena

#2 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:49

Le foglie sono verde scuro,un po’ ispide al tatto, quasi rotonde, con la base cuoriforme, l’apice appuntito e il margine seghettato
FOTO 2

Immagini Allegate

  • 2.jpg

patrizia
Modena

#3 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:50

I fiori del nocciolo sono di due tipi, maschili e femminili, molto diversi fra loro e portati sulla stessa pianta ( Bruno ricorderà sicuramente una situazione simile in un altro albero…. :D ).

I fiori maschili compaiono nella tarda estate o in autunno. Corti e verdi, si aprono tuttavia solo a fine inverno, in febbraio, allungandosi e raggiungendo una lunghezza di 7-10 cm.
Foto 3

Immagini Allegate

  • 3.jpg

patrizia
Modena

#4 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:51

sono quelle codine pendule (amenti) che vediamo appese ai rami ancora privi di foglie
FOTO 4

Immagini Allegate

  • 4.jpg

patrizia
Modena

#5 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:51

Alla fioritura assumono una colorazione giallastra dovuta in gran parte agli stami carichi di polline, che viene liberato quando gli amenti, lunghi e flessibili, vengono mossi dal vento. Provate a scuoterli o a toccarli e le vostre dita si macchieranno di una impalpabile polvere gialla.
FOTO 5

Immagini Allegate

  • 5.jpg

patrizia
Modena

#6 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:52

Ogni amento è in realtà un insieme di tanti piccolissimi semplicissimi fiori, formati ciascuno da una squametta che protegge gli stami
Particolare del fiore maschile dove si notano i numerosi fiori contenenti ciascuno alcuni stami …e la polvere gialla del polline sul ripiano .
FOTO 6

Immagini Allegate

  • 6.jpg

patrizia
Modena

#7 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:53

I fiori femminili sono invece nascosti entro piccole gemme,lunghe pochi millimetri: contemporaneamente alla fioritura dei fiori maschili, cacciano fuori gli stimmi, un ciuffetto rosso presente all’apice destinato ad accogliere i granuli di polline
FOTO 7

Immagini Allegate

  • 7.jpg

patrizia
Modena

#8 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:54

Si vedono in alto a sinistra, al di sopra degli amenti maschili
FOTO 8

Immagini Allegate

  • 8.jpg

patrizia
Modena

#9 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 02 marzo 2006 - 22:55

L’impollinazione, è affidata al vento: non servono fiori vistosi, colorati e profumati ( non devono attrarre l’attenzione degli insetti) ma strutture che possano liberare nell’aria al primo soffio di vento nuvole di polline per farlo viaggiare nell’aria. E cosa c’è di meglio di una morbida e flessuosa codina appesa che ondeggia al primo alito di vento?. Non solo, ma la fioritura avviene prima che la pianta metta le foglie, una naturale barriera che ostacolerebbe la circolazione del polline tra i rami.
Come tutte le piante che affidano al vento il proprio futuro, anche il nocciolo produce grandi quantità di polline, che per la maggior parte andrà perso
Quel poco che arriverà a buon fine servirà a produrre le nocciole, frutti ovoidali,legnosi,circondati da un involucro fogliare frastagliato, che crescono in gruppi di 2-4 e maturano a fine estate: contengono un unico seme, commestibile. Il nome specifico “avellana”deriva da Avella, cittadina della Campania, già nota in epoca romana per la fiorente produzione di nocciole…………..io l’avrei chiamato Corylus nutellae :wub:
FOTO 9

Immagini Allegate

  • 9.jpg

patrizia
Modena

#10 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22292 messaggi

Inviato 03 marzo 2006 - 05:32

I fiori del nocciolo sono di due tipi, maschili e femminili, molto diversi fra loro e portati sulla stessa pianta ( Bruno ricorderà sicuramente  una situazione simile in un altro albero…. :wub: ).

Visualizza Messaggio



Sei grande Patrì,
di prima mattina quando ancora il sole dorme e solo i merli cantano tu
che fai? m'impegni con delle domande a bruciapelo :D
ed io ti rispondo:

credo di non sbagliare citando una situazione simile a quella scelta dal nocciolo
per riprodursi avviene nel Carpino,
BEL SITO.

ricordiamo pure che il nocciolo oltre a far felice mia moglie (nutella) regala anche
bei funghi e soprattutto tartufi, è una pianta scelta per gli impianti di tartuficoltura.
ciao
Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#11 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 03 marzo 2006 - 13:28

di prima mattina quando ancora il sole dorme e solo i merli cantano tu
che fai?

...io spesso, ma non sempre :wub:
..e tu che fai? :D

credo di non sbagliare ...


non sbagli a rispondere Carpino nero ( Ostrya carpinifolia), la situazione è la stessa, cioè fiori maschili separati e anche di aspetto completamente diverso dai fiori femminili, portati sulla stessa pianta. Lo stesso anche per il Carpino bianco (Carpinus betulus),
….ma io mi riferivo a un altro albero, di cui tu avevi messo la Foto, in un post di qualche tempo fa, così per curiosità..... :D
……..e che evidentemente hai già dimenticato :(
……. ma non è grave, puoi sopravvivere lo stesso.... ;) :D
Ciao
patrizia
Modena

#12 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22292 messaggi

Inviato 03 marzo 2006 - 14:05

Ciao Patty,
avere una bassissima capacità di ram cerebrale aiuta moltissimo :D

ma la tua domanda, letta adesso che mi sono svegliato un pò :D,
mi fa ritornare in mente la foto, roba di marroni insomma.....
ricordo l'immagine dei fiori di castagno.,
ancora "nicchio" per lo sforzo mentale :D

ciao Fabrizia........oh, scusa , Patrizia :wub:
Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#13 patrizia

patrizia

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2554 messaggi

Inviato 03 marzo 2006 - 19:29

....ricordo l'immagine dei fiori di castagno.....

:D




:wub:
patrizia
Modena




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi