Vai al contenuto


Foto

Gerronema incarnatum


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
10 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:31

Il giorno 19 aprile di quest'anno, l'amico Bruno ha ritrovato questa interessantissima specie che per il momento noi identifichiamo con quella in oggetto; comunque anche dopo lo studio e la consultazione tramite il forum, i dubbi rimangono.

****************************************************************************
La diagnosi originale: trasmessaci da Jean-Jacques Wuilbaut
Gerronema incarnatum spec. nov.Typus: Clitocybe incarnata Metrod nom. nud., leg. G. Metrod no 1834 (PC). Lit.: Bull. Soc. Mycol. Fr. 67:398, 1951, pl. 1/17
Pileus ochraceo-roseus, pubescenti-velutinus, umbilicatus, hygrophanus, jove pluvio striatus, 10-25 mm. Lamellae confertae, adnatae vel subdecurrentes, padide incarnatae. Stipes concoloratus, 60 x 3 mm, solidus, acqualis, Leiter, fibrillosus. Caro concoloratus, mollis, inodorus, sapor subterreus, Sporae ellipsoideae, glabrae, inamyloideae, 6,5-7 x 3,5-4 µm, in cumulo pallide cremeae. Basidia 4-sporigera, 25-30 x 4,5 µm. Cystidia nutla. Trama lamellarum bidirectionalis vel irregularis. Inter muscos
****************************************************************************
quì sotto, l'estrapolato di tutto il discorso riguardante la specie in questione

Inviato da: brunoceppo il 19 Apr 2003 - 19:56
Ciao,
oggi pomeriggio ho fatto un giretto, giusto perchè............ne avevo voglia matta e non mi andava di andare a fare la spesa.
giusto, vero?.
allora rovistando tra i ceppi per gli amiconi Franco e Viktor mi sono imbattuto in un funghetto piccolissimo che cresceva completamente al buio, infatti c'erano foglie intorno al ceppo.
odore che ricorda vagamente il tartufo.
Inviato da: marinetto il 25 Apr 2003 - 19:34
ho provato a fare un po’ di microscopia, ma il risultato "per adesso", non è stato il massimo anche purchè degli impegni mi hanno sviato.
Comunque, se non altro possiamo almeno eliminare qualche dubbio, altri rimangono, ma verranno risolti "spero" presto.
Intanto, in 4/5 preparati, ho notato si e no una decina di spore con misure 7-8 x 3,5-4 µm, cistidi non notati "ma devo ancora osservare attentamente il filo, perchè un certo sospetto mi è sorto.
Insomma, a parte le infime misure dei basidiomi, "non bastasse", sono anche praticamente immaturi. L'epicute sembrerebbe gravitare attorno alla struttura imeniforme o perlomeno pseudo..., ho lasciato un pezzettino in acido lattico per un giorno, ma il risultato è stato negativo.
Le spore sembrerebbero ialine, ma non ci giurerei, perchè tendono ad assumere un colore ocra molto chiaro, e sembrerebbero anche un poco decorate, ma molto leggermente, al punto da non essere presa in considerazione come una vera e propria struttura dell'perisporio, non si notano pareti spesse e nemmeno poro germinativo, perciò, quando si cerca di ipotizzare un'appartenenza ad un genere, le caratteristiche vengono meno.
domani con calma vedrò di approfondire, intanto metto queste poche foto micro.
Inviato da: marinetto il 26 Apr 2003 - 11:43
Ancora microscopia per questa specie.
Più osservo le caratteristiche microscopiche e più mi convinco di essere davanti ad un'ocrosporeo, parzialmente immaturo. Il fatto che le lamelle siano alquanto chiare, dimostra la quasi assenza di spore. Queste, hanno una silhouette che mi fa propendere per qualcosa di galero-naucorioide, certo che la totale mancanza "apparente", di cistidi poco ha a che fare con questo gruppo.
Comunque, l'essiccata potrebbe aver contribuito al collasso o alla non reidratazione di questi? Ne dubito.
Certe cellule che ho osservato, potrebbero essere attribuite a dei cistidi? Si direbbe addirittura che ci si sia ritrovati di fronte a dei cistidi "UNO SOLO?" del tipo Alnicola.
Più osservo le spore e più sembrano leggermente ornamentate e, quello che conta, pigmentate, cioè, non leucosporeo, vediamo cosa se ne può cavar fuori.
1 = spore; 7-8-(10) x 3-4 µm
2 = cistidi? di due forme i primi clavati, 25 x 7-8 µm, i secondi mucronati; 45-50 x 8 x 2 µ
3 = basidi; 25-30 x 7-8 µm.
Giunti a fibbia; presenti in quantità nell'imenio, subimenio e nelle ife della trama
Epicute; apparentemente subimeniforme.
Inviato da: MycoMons il 28 Apr 2003 - 11:39cette espèce doit encore être décrite
plusieurs personnes l'ont trouvées
Gerhard qui a publié Coll. hebelomoides
Bon qui l'a recombiné en Rugosomyces (voyant une vague carminophilie)
Vila a nommé Gerronema incarnatum la même ou proche et publié dans Riv. Catal. Micol.
il faut poursuivre l'étude, mon ami P.A. Moreau m'a donné beaucoup d'infos sur cette espèce
courage !
Inviato da: marinetto il 28 Apr 2003 - 13:02
Grazie a MM per le info.
Ho dato un occhiata alla descrizione di Rugosomyces hebelomoides, ed a quella di Gerronema incarnatum, ed entrambe mi sembrano poter essere escluse "soprattutto per forma ed ornamentazione sporale", dalla specie in esame, inoltre, l'habitat della specie raccolta da bruno è lignicolo.
Staremo a vedere gli sviluppi e... mi raccomando a ceppobruno per altri ritrovamanti in quel sito.
Inviato da: MycoMons il 28 Apr 2003 - 14:08
pas trop vite...
il faut voir le Gerronema incarnatum de Vila in Rev. Cat. Micol. surtout, qui semble parfaitement concordant
en effet, peu de descriptions sont parfaites, et il conviendrait sans doute de la publier comme nouvelle, car souvent incomplètement décrite, ou mal
pas sûr que ce soit incarnatum de Clémençon, pas non plus celle de Métrod peut-être
Gerronema incarnatum spec. nov.Typus: Clitocybe incarnata Metrod nom. nud., leg. G. Metrod no 1834 (PC). Lit.: Bull. Soc. Mycol. Fr. 67:398, 1951, pl. 1/17
Pileus ochraceo-roseus, pubescenti-velutinus, umbilicatus, hygrophanus, jove pluvio striatus, 10-25 mm. Lamellae confertae, adnatae vel subdecurrentes, padide incarnatae. Stipes concoloratus, 60 x 3 mm, solidus, acqualis, Leiter, fibrillosus. Caro concoloratus, mollis, inodorus, sapor subterreus, Sporae ellipsoideae, glabrae, inamyloideae, 6,5-7 x 3,5-4 µm, in cumulo pallide cremeae. Basidia 4-sporigera, 25-30 x 4,5 µm. Cystidia nutla. Trama lamellarum bidirectionalis vel irregularis. Inter muscos.

Inviato da: marinetto il 28 Apr 2003 - 14:54
hai ragione M.M., inoltre, sarebbe una bella cosa se Vila potesse dare un'occhiata al tutto ed esprimesse la sua opinione in merito, intanto, io posto il tutto nella sezione schede di micologia aggiungendo ancora un paio di foto dell'epicute


di seguito le foto macro e micro della specie proposta.

Gerronema incarnatum Métrod ex Clémençon spec nov.
Raccolta effettuata in: Loc. San Biagio Teramo
Legit: De Ruvo Bruno
altitudine s.l.m.: 1050
Habitat: bosco di Quercus sp. all'interno di una ceppaia
Essiccata nell'erbario dell'A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso al n°: 1614
foto 1

Immagini Allegate

  • post_2_1050775042.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:46

foto 2

Immagini Allegate

  • post_2_1050775111.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:47

foto 3

Immagini Allegate

  • post_2_1050775191.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:48

foto 4
ho provato a fare un po di microscopia, ma il risultato "per adesso", non è stato il massimo anche perchè degli impegni mi hanno sviato.
Comunque, se non altro possiamo almeno eliminare qualche dubbio, altri rimangono, ma verranno risolti "spero" presto.
Intanto, in 4/5 preparati, ho notato si e no una decina di spore con misure 7-8 x 3,5-4 µm, cistidi non notati "ma devo ancora osservare attentamente il filo, perchè un certo sospetto mi è sorto.
Insomma, a parte le infime misure dei basidiomi, "non bastasse", sono anche praticamente immaturi. L'epicute sembrerebbe gravitare attorno alla struttura imeniforme o perlomeno pseudo..., ho lasciato un pezzettino in acido lattico per un giorno, ma il risultato è stato negativo.
Le spore sembrerebbero ialine, ma non ci giurerei, perchè tendono ad assumere un colore ocra molto chiaro, e sembrerebbero anche un poco decorate, ma molto leggermente, al punto da non essere presa in considerazione come una vera e propria struttura del perisporio , non si notano pareti spesse e nemmeno poro germinativo, perciò, quando si cerca di ipotizzare un'appartenenza ad un genere, le caratteristiche vengono meno.
omani con calma vedrò di approfondire, intanto metto queste poche foto micro.

Immagini Allegate

  • Senza_titolo_1.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:49

foto 5
Ancora microscopia per questa specie.
Più osservo le caratteristiche microscopiche e più mi convinco di essere davanti ad un'ocrosporeo, parzialmente immaturo. Il fatto che le lamelle siano alquanto chiare, dimostra la quasi assenza di spore. Queste, hanno una silouette che mi fa propendere per qualcosa di galero-naucorioide, certo che la totale mancanza "apparente", di cistidi poco ha a che fare con questo gruppo.

Comunque, l'essiccata potrebbe aver contribuito al collasso o alla non reidratazione di questi? Ne dubito.
Certe cellule che ho osservato, potrebbero essere attribuite a dei cistidi? Si direbbe addirittura che ci si sia ritrovati di fronte a dei cistidi "UNO SOLO?" del tipo Alnicola.

Più osservo le spore e piu sembrano leggermente ornamentate e, quello che conta, pigmentate, cioè, non leucosporeo, vediamo cosa se ne può cavar fuori.

1 = spore; 7-8-(10) x 3-4 µm
2 = cistidi? di due forme i primi clavati, 25 x 7-8 µm, i secondi mucronati; 45-50 x 8 x 2 µ
3 = basidi; 25-30 x 7-8 µm.
Giunti a fibbia; presenti in quantità nell'imenio, subimenio e nelle ife della trama
Epicute; apparentemente subimeniforme.

foto 9
insieme delle caratteristiche microscopiche

Immagini Allegate

  • post_2_1051350205.jpg

Messaggio modificato da marinetto, 28 aprile 2003 - 14:51

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:53

foto 6
ingrandimento di una porzione del quadro microscopico
1 = spore
2 = cistidi
3 = basidi

Immagini Allegate

  • post_2_1051350340.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:55

foto 7
spore

Immagini Allegate

  • post_2_1051350589.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:57

foto 9

2 = cistidi
3 = basidi

Immagini Allegate

  • 4.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#9 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:59

foto 9
epicute

Immagini Allegate

  • Immagine_46.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#10 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 28 aprile 2003 - 14:59

foto 10
epicute

Immagini Allegate

  • Immagine_45.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#11 MycoMons

MycoMons

    Utente Avanzato

  • Registrato
  • StellettaStellettaStelletta
  • 437 messaggi

Inviato 29 aprile 2003 - 10:43

il eut été préférable d'écrire :
Gerronema incarnatum Métrod ex Clémençon spec nov.
sinon, en écrivant Gerronema incarnatum spec nov, on a l'impression que c'est ici qu'on propose une spec nov

de plus hélas, il semble que Clémençon n'ait jamais étudié le matériel de Métrod puisque l'enveloppe de Métrod, à Paris, est toujours intacte.
Elle n'attend qu'une bonne volonté pour examiner le type.

MM




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi