Vai al contenuto


Foto

Cortinarius arcuatorum


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
7 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 12:54

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

Basionimo: Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939).
Sinonimi: Phlegmacium arcuatorum (Rob. Henry) M.M. Moser, in Gams, Kl. Krypt.-Fl. Mitteleuropa - Die Blätter- und Baupilze (Agaricales und Gastromycetes) (Stuttgart) 2: 178 (1953).
Phlegmacium arcuatorum (Rob. Henry) M.M. Moser, Die Gattung Phlegmacium (Schleimköpfe). Die Pilze Mitteleuropas 4: 175 (1960).

Posizione sistematica: Cortinariaceae, Agaricales, Agaricomycetidae, Agaricomycetes, Basidiomycota, Fungi

Quadro macroscopico della raccolta
Pileo 40-60 mm, all'inizio emisferico, poi convesso, infine espanso, margine involuto, intero. Rivestimento pileico liscio, viscido con l'umidità, asciutto con il secco. Di colore ocraceo, crosta di pane, velocemente rosso ciliegia a contatto con KOH 30%. In gioventù ricoperto da sottili placche o lievi resti velari di colore biancastro-lillacino.
Lamelle smarginate, sinuosette, alquanto strette, mediamente spesse, inframezzate da 3-5 lamellule di diversa lunghezza, già da subito lillacine, quindi rugginose per le spore, filo lamellare leggermente più chiaro, in gioventù intero, appena ondulato nell'adulto.
Stipite 40-80 x 5-10 mm (30 nel bulbo), pieno, subcilindrico, sericeo, di colore biancastro, sfumato di ocra, fibrilloso, decorato da fiocchi araneosi di cortina, allargantesi in basso in un bulbo marginato avvolto in un sottile strato di velo
violaceo lillacino.
Carne soda e compatta, fondamentalmente di colore bianco, giallastra dove manipolata, in tutte le parti rapidamente rosso ciliegia a contatto con KOH 30%. Sapore, amaro negli exsiccata. Odore non testato.
Sporata in massa non ottenuta.
Reazioni macro-chimiche
KOH 30% +++ = su cuticola e carne velocemente rosso ciliegia (verifica effettuata su exsiccatum).
Guaiaco + = all'inizio marrone poi verde.
TL4 = negativo.
Fenolo = negativo.

Quadro microscopico della raccolta
Spore (9,14) 9,85-11,18 (12,02) x (5,34) 5,98-6,69 (7,22) µm, in media 10,44 x 6,35 µm, Q. = (1,49) 1,55-1,74 (1,90), Q.m. = 1,65, Vol. = (140) 188-262 (294) µm³ , Vol.m = 221 µm³, in proiezione laterale da amigdaliformi a citriformi, in proiezione frontale ellittiche, ornamentate da basse verruche ottuse, apice subpapillato e privo di ornamentazione, apiculo evidente, plaga ilare liscia, giallastre in KOH 5%.
Basidi 23,-37,0 x 7,5-10,5 µm, Q.m. = 2,77, Vol.m = 968 µm³, clavati, tetrasporici, con contenuto opaco, spesso arrossanti con KOH 5%.
Subimenio formato da ife rivestite da un pigmento incrostante, fortemente arrossante con KOH 5%.
Trama lamellare parallela, formata da ife cilindriche, settate, con diametro di 3-5 µm, leggermente arrossanti in KOH 5%.
Cellule marginali 20-40 x 3-5 µm, filiformi , sinuose, da cilindriche, scarsamente presenti, frammiste ai basidi. Pleurocistidi non osservati.
Pileipellis di tipo cutis, formata da ife misuranti in media 3-6 µm, terminali di pari spessore, confusamente intrecciate, settate, gelatinizzate, ialine, con parete leggermente incrostate, poco o per nulla arrossanti con KOH 5%. Subpellis formata da ife con diametro di 5-10 µm, ialine e con parete incrostata, poco o per nulla arrossanti con KOH 5%.
Caulopellis non indagata.
Ife trombopleurogene presenti nella pileipellis e nella trama imeniale, fortemente arrossanti con KOH 5%.
Giunti a fibbia abbondantemente presenti in tutti i tessuti del basidioma.

Osservazioni
Bellissimo e appariscente cortinario, con reazione rosso ciliegia di cuticola e carne al KOH 30%.
Appartenente al Sottogenere Phlegmacium (Fr.) Trog, 1844; Sezione Caerulescentes (R. Hry.) ex Moenne L. et Reum., 1990; Sottosezione Sodagniti (R. Hry.) ex Moenne L. et Reum., 1990.
Si differenzia, non sempre agevolmente, dagli altri appartenenti alla Sottosez. Sodagniti per la reazione sia nel rivestimento pileico che nelle carni e per le spore con papilla prominente.

Materiali e Metodi
Lo studio è stato compiuto su materiale secco, reidratato in KOH 2%, in Ammoniaca 2% o in acqua secondo i casi.
I preparati sono stati osservati usando come mezzo di governo H2O; ove necessario, si è adoperato Rosso Congo Ammoniacale 2% per meglio evidenziare le differenti tipologie cellulari.
Le misure microscopiche sono state eseguite con il software di calcolo Mycométre gentilmente fornitoci dal Sig. Georges Fannechère e prelevabile a questo indirizzo http://mycolim.free.fr. Le misure sporali si riferiscono a 100 unità, effettuate in proiezione laterale senza tener conto dell'apiculo, ottenute da sporata o prelevate da altre zone non imeniali, scartando spore ancora evidentemente immature e senza tenere conto di eventuali ornamentazioni che, nel caso, si sono misurate a parte, per le rimanenti tipologie cellulari si sono fatte un minimo di venti misure a tipologia.
Per la terminologia riguardante la tipologia delle caratteristiche macro e microscopiche, si fa riferimento a Else C. Vellinga 1998: (Flora Agaricina Neerlandica 1- Chapter 8; Glossary).
Per quanto riguarda la nomenclatura aggiornata e gli Autori delle specie, nella maggior parte dei casi, si è fatto riferimento all'Index Fungorum http://www.indexfungorum.org/ e http://www.mycobank.org/MycoTaxo.aspx .
Per le osservazioni dei caratteri macroscopici, in alcuni casi, ci siamo valsi di uno stereo microscopio Optech trinoculare e del supporto di foto macro ad alta risoluzione. Le foto macro sono eseguite in habitat e/o, se necessario, in studio, con l'ausilio di una fotocamera Reflex EOS 50D + obiettivo Canon EF 100mm f/2.8 Macro USM. Le foto concernenti la microscopia, sono state eseguite con il corpo macchina della medesima fotocamera, posto sul terzo occhio del trinoculare di un microscopio biologico Optech Biostar B5, supportato da ottiche Plan-APO, illuminazione alogena 12V-50 W a luce riflessa, con regolatore d'intensità. Le collezioni d'erbario sono conservate nell'erbario A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso.

Dati relativi alla raccolta: N. scheda: 4584. Data di ritrovamento: 19/09/2010. Località: Intermesoli faggeta. Comune: Pietracamela. Coordinate geografiche: 42°31'22.97"N 13°33'12.21"E. Altezza s.l.m.: f. 3. Habitat: Boschetto di Fagus sylvatica. Determinatore: Zugna M. Legit: de Ruvo B.

Bibliografia consultata
Azema R.C. 1986: Les Réactions macrochimiques chez les Cortinaires, Billes, 232 pages,.
Bidaud A., Moenne-Loccoz P. e Reumaux P. - 1993: Atlas des Cortinaires. Pars V. Edit. Féd. Myc. Dauphiné-Savoie.
Brandrud T. E., Lindstroem H., Marklund H., Melot et Muskos S. - 1992: Flora Photographica. 2ème Partie.
Breitenbach J. & Kränzlin F., 2000 - Champignons de Suisse. Tome 5. Champignons à lames 3ème partie. Luzern.
Index Fungorum: http://www.indexfungorum.org/Names/Names.asp
Marchand A. - 1983: Champignons du Nord et du Midi, vol. 8. Soc. Myc. Pyrén. Méditerr.
Moenne-Loccoz P. e Reumaux P. - 1990: Atlas des Cortinaires. Pars I-II. Edit. Féd. Myc. Dauphiné-Savoie.
Moser M. - 1960: Die Gattung Phlegmacium. Die Pilze Mitteleuropas. Band IV. Julius Klinkhardt. Bad Heilbrunn.


cortinarius 01.jpg
Photo by: Bruno de Ruvo


cortinarius 02.jpg
Photo by: Bruno de Ruvo


cortinarius 03.jpg
Photo by: Bruno de Ruvo


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 13:00

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

in foto: pileipellis KOH 5%

pileipellis
cortinarius 04.jpg

pileipellis
cortinarius 05.jpg

pileipellis
cortinarius 06.jpg

subpellis
cortinarius 07.jpg

subpellis
cortinarius 08.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 13:02

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

in foto: porzione della lamella, KOH 5%

cortinarius 09.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 13:03

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

in foto: filo lamellare, KOH 5%

cortinarius 11.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 13:04

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

in foto: elementi imeniali e ife della trama, KOH 5%


cortinarius 12.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 13:05

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

in foto: elementi imeniali e ife della trama, KOH 5%

cortinarius 10.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 13:06

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

in foto: basidi, KOH 5%

cortinarius 13.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 28 gennaio 2011 - 13:07

Cortinarius arcuatorum Rob. Henry, Bull. Soc. mycol. Fr. 55: 80 (1939)

in foto: spore, KOH 5%


cortinarius 14.jpg


cortinarius 15.jpg


cortinarius 16.jpg


cortinarius 17.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi