Vai al contenuto


Foto

Peziza michelii


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
7 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 17:59

Su una raccolta di Peziza michelii  

 

Paolo Picciola

Strada di Fiume 52,  34137 Trieste paolo.picciola@libero.it

 

Marino Zugna

Località Riostorto 7, 34015 Muggia marinozugna@gmail.com

 

Introduzione

Si fornisce una descrizione completa e dettagliata di una raccolta di Peziza michelii reperita sulle sponde di un torrente che scorre nella fascia periferica della città di Trieste, corredata da focolor degli ascomi in habitat e degli elementi micro-anatomici più salienti. Il contributo prosegue con alcune osservazioni sulle caratteristiche morfologiche della specie trattata e si conclude con i principali confronti con le altre Peziza a latice ingiallente.

 

Materiali e metodi

Gli ascomi sono stati fotografati in situ mediante fotocamera digitale Nikon D90. Dopo qualche ora è stata effettuata una descrizione dei caratteri macroscopici.

Lo studio dei caratteri microanatomici è stato compiuto su materiale fresco. E’ stata utilizzata acqua distillata come mezzo di governo, il reagente di Melzer per l’accertamento dell'amiloidia di aschi e spore, il Blu Cotone lattico, a caldo, per evidenziare la loro eventuale ornamentazione.

Le misure microscopiche sono state eseguite con il software di calcolo Mycométre gentilmente fornitoci dal sig. Georges Fannechère e prelevabile a questo indirizzo http://mycolim.free.fr. Le misure sporali si riferiscono a 100 unità, ottenute da sporata o prelevate da zone non imeniali, scartando spore ancora evidentemente immature e senza tenere conto di eventuali ornamentazioni che, nel caso, si sono misurate a parte, per le rimanenti tipologie cellulari si sono eseguite un minimo di venti misure a tipologia. Le misure sottolineate si riferiscono alle medie.

Per quanto riguarda la nomenclatura abbiamo fatto riferimento a http://www.indexfung...names/Names.asp e http://www.mycobank.org/MycoTaxo.aspx .

Le foto concernenti la microscopia sono state eseguite con l’ausilio di una fotocamera Reflex EOS 50D, posto sul terzo occhio di un microscopio biologico Optech Biostar B5, supportato da ottiche Plan-APO, illuminazione alogena 12V-50 W a luce riflessa con regolatore d'intensità.

La collezione d’erbario è stata depositata nell'erbario A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso con il codice identificativo 7483.

 

 

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

 

Basionimo: Galactinia michelii Boud., Bull. Soc. mycol. Fr. 7: 215 (1891)

Sinonimi:    Galactinia plebeia Le Gal, Revue Mycol., Paris 2: 208 (1937)
   Peziza plebeia (Le Gal) Nannf., Fungi Exsiccati Suecici: no. 1373 (1946)

 

Classificazione: Fungi, Ascomycota, Pezizomycotina, Pezizomycetes, Pezizomycetidae, Pezizales, Pezizaceae, Peziza

                                                                                     

Descrizione macroscopica

Ascomi fino 20 mm di diametro, sotto forma di apoteci, irregolarmente cupolati, un po’ compressi, sessili, con il margine rivolto verso l’alto, irregolare, a tratti lobato.

Superficie imeniale liscia, un po’ venosa nella parte centrale, di colore rossiccio-bruno.

Superficie esterna liscia, pruinosa nella zona marginale, brunastra con sfumature rossastre.

Carne ceracea, brunastra chiara, alla frattura secerne un latice acquoso, dapprima incolore, ma giallo dopo qualche minuto, che colora anche la carne; sapore e odore non testati.

 

Descrizione microscopica

Spore (14,3) 15,4 -1 6,52 - 17,8 (20,6) x (6,7) 8,0 - 8,85 - 9,7 (10,5) µm, Q. = (1,5) 1,6 - 1,88 - 2,0 (2,3); Vol. = (381) 518 - 683 - 845 (1013) µm³, ellittiche, in alcuni casi con i poli leggermente appiattiti, cianofile, biguttulate o raramente monoguttulate in acqua, ornamentate da verruche alte meno di 1.0 µm, di forma piuttosto regolare, per lo più libere, allungate, in alcuni casi riunite a formare brevi creste, mai confluenti in un reticolo.

Aschi (270) 276 - 291 - 306 (316) x (10,5) 11,8 - 13,5 -15,3 (16,4) µm, cilindrici, contenenti otto spore uniseriate, con apice leggermente ristretto e base pleurorinca, amiloidi all’apice.

Parafisi cilindriche, settate spesse (3,3) 3,5 - 4,2 - 5,0 (5,0) µm, non forcate, apice di pari spessore o leggermente allargato, contenenti granulazioni giallo-brunastre.

In un esemplare della raccolta, in cui la sezione della carne (compresi gli aschi), misurava all’incirca 1110 µm, abbiamo riscontrato 3 strati così differenziati:

Imenio spesso in media 300 µm.

Subimenio spesso in media 140 µm, a textura intricata, composto da ife cilindriche, settate, ialine, sinuose, aggrovigliate, con diametro di (4,8) 5,0 - 7,3 -9,6 (9,8) µm.

Excipulum medullare spesso in media 670 µm, a textura globulosa formato da cellule più o meno sferiche, con diametro (24,2) 27,1 - 46,9 - 64,2 (73,8) µm, disposte perpendicolarmente all’imenio, frammiste a numerose ife connettive.

Excipulum ectale poco differenziato, a textura globulosa, formato da cellule globulose-allungate, di diametro inferiore a quelle dell’excipulum medullare, di (8,2) 8,5 - 12,0 -14,8 (18,8) µm, presente un pigmento intraparietale brunastro.

Peli esterni non evidenti.

 

Materiale studiato ed ambiente della raccolta: ITALIA. F.V.G. Trieste. Località: Trieste rio Spinoleto (quartiere Altura). Coordinate geografiche: 45°37'48"N 13°48'59"E. Altezza 125 m s.l.m. Habitat: su terreno umido argilloso-arenaceo, sulle sponde del rio Spinoleto. Raccolta: 3.6.2018 (n°7483). Leg. P. Picciola. Determinatori M. Zugna, R. Belladonna & S. Basili. Data inserimento in erbario: 18/06/2018.

 

Osservazioni

Peziza michelii è una specie ubiquitaria frequentatrice dei boschi, dei parchi e dei giardini, rinvenibile nei luoghi e nei periodi umidi, dalla primavera all’autunno, su terreno argilloso e sabbioso.

Si caratterizza macroscopicamente per le colorazioni della superficie imeniale assai variabili, nelle forme tipiche presenta sempre colorazioni violacee ben evidenti, negli esemplari maturi, invece, spesso predominano colorazioni rossiccio-brunastre o cognac-rossicce, la superficie esterna liscia, forforacea verso l’orlo, solitamente bruna o bruno-rossastra, raramente di colore giallo intenso (Garofoli & Baiano, 1996; Medardi & Consiglio, 2013) e la carne secernente un latice non molto abbondante, acquoso, dapprima ialino, che diviene, dopo qualche tempo, di colore giallo.

Al microscopio si fa riconoscere per le spore decorate da verruche grossolane e allungate, non eccedenti 1 µm di altezza, isolate, gli aschi con base pleurorinca, le parafisi leggermente allargate all’apice con un pigmento interno giallastro e l’excipulum non differenziato a textura globulosa.

Gli ascomi del nostro ritrovamento non presentavano le tipiche colorazioni viola o viola-porpora di P. michelii ma già al momento della raccolta si è individuato il colore giallo del latice, il che ha permesso di orientare la nostra ricerca all’interno delle pezize a latice ingiallente.

Nell’ambito di tale raggruppamento, Peziza michelii può essere scambiata in primis con P. berthetiana Donadini, anch’essa terricola, con imenoforo vinoso-violaceo scuro, con eventuali riflessi bruni, la superficie esterna giallastro-cognac, pruinosa, la carne secernente un latice giallo-verde, le spore con uguali dimensioni, ma dotate di verruche piccole, con rare connessioni.

Tra le due specie vi è inoltre una differenza strutturale di una certa importanza: in P. berthetiana il subimenio è di textura globulosa-angularis e l’excipulum medullare è composto da 2 strati ben distinti (superiore di textura intricata e inferiore di textura globulosa).

Nella specie qui presentata, invece, il subimenio è di textura intricata e l’excipulum, come già sopra riportato, presenta una struttura uniforme a textura globulosa.

P. michelii potrebbe rassomigliare, in presenza di ascomi con vistose tonalità violetto lillacee, a P. sesiana Garofoli & Baiano ben caratterizzata dall’habitat lignicolo, dalla carne e dal micelio di colore lilla, da spore più grandi (18)19-20(22) x (8)9-10(11) µm, dotate di verruche piccole e fitte, coniche o tondeggianti e dagli aschi a base aporinca.

Quest’ultima specie produce anch’essa un latice acquoso che, a differenza di P. michelii, rimane incolore anche se esposto all’aria a contatto con la carne, ma se isolato sulla carta assorbente bianca, dopo circa cinque minuti, vira rapidamente al giallo-cromo (Garofoli & Baiano, 1996).  

P. infuscata Quél, si distingue da P. michelii per l’assenza di sfumature violette nei giovani ascomi, gli aschi aporinchi e le spore dotate di piccole verruche non allungate ma tondeggianti e coniche.

P. succosa Berk. è ben riconoscibile per la superficie imeniale inizialmente di colore bianco uniforme che diviene con lo sviluppo di colore grigio-nocciola-miele con eventuali tinte brunastre, le spore più grandi, (16)18-20(21) x (8,5)9,5-11(12) µm, gli aschi aporinchi e le parafisi ramificate all’apice.

Infine P. succosella (Le Gal & Romagn.) M.M. Moser ex Avizohar-Hershenzon & Nemlich distinguibile dalla specie in trattazione per gli ascomi più sottili, di taglia inferiore, fino ai 20-25 mm di diametro, con colorazioni grigio scure o grigio-olivaceo-fuligginose, prive di tinte violacee, le spore principalmente monoguttulate, decorate da piccole verruche tondeggianti o spigolose, a volte un po’ allungate, disposte regolarmente.

 

    

Bibliografia consultata

Breitenbach J. & F. Kränzlin -1984: Champignons de Suisse. Tome 1. Les Ascomycètes. Lucerne.

Chiari M., G. Giliani, G. Medardi & C. Papetti – 2015: I funghi della città di Brescia. A.M.B., Circolo Micologico G. Carini. Brescia.

Dennis R.W.G. -1981: British Ascomycetes. Vaduz, 585 pp. + addenda and corrigenda (avec planches).

Donadini J.C. -1981: Le genre Peziza dans le Sud-Est de la France, avec clé du genre pour la France. Université de Provence. Marseille, 199 pp. (+ planches).

Dougoud R. - 2001: Clé des Discomycétes carbonicoles Documents Mycologyques, Tome XXX Fasc.120.

Garofoli D. & G. Baiano - 1996:  Il genere Peziza I° contributo: specie a lattice ingiallente. R.d.M. (3):233-258.

Grelet L. J. - 1979 : Réédition Les discomycètes de France d’aprés la classifications de Boudier.

Hansen K., T. Læssøe & D. H. Pfister2002: Phylogenetic diversity in the core group of Peziza inferred from ITS sequences and morphology. Mycological Research 106 (8): 879-902.

Jamoni P.G. - 1997: Lo studio del genere Peziza. Funghi e Ambiente.

Le Gal M. - 1947: Recherches sur les ornementations sporales des discomycétes operculés. Masson et Cie éditeurs. Paris.

Medardi G. – 1994: Genere Peziza Fr. 1822: Fr. 1822, non L. 1753. Studio di alcune specie fimicole e di alcune emettenti latice alla frattura. R.d.M. (2):149-162.

Medardi G. (a cura di)  – 2006: Atlante fotografico degli ascomiceti d’Italia. A.M.B. Centro Studi Micologici. Trento.

Medardi G. & G. Consiglio – 2013: Contributo alla conoscenza del Genere Peziza. Specie interessanti dell’Erbario AMB – 1. RdM (1):49-71.

 

Dal Web

http://www.indexfung...Names/Names.asp

http://www.mycobank.org/MycoTaxo.aspx

http://www.asturnatura.com http://goo.gl/ytYrzv

 

 

Photo by: Paolo Picciola

 

Peziza michelii 7483 02.JPG

 

 

 


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 17:59

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

in foto: sezione

 

Peziza michelii 7483 03.jpg

 

Peziza michelii 7483 04.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 18:00

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

in foto:imenio, subimenio

 

Peziza michelii 7483 05.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 18:01

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

in foto:excipuli

 

Peziza michelii 7483 06.jpg

 

Peziza michelii 7483 07.jpg

 

Peziza michelii 7483 08.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 18:02

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

in foto:aschi, parafisi, subimenio

 

Peziza michelii 7483 09.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 18:03

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

in foto:aschi, parafisi

 

 

Peziza michelii 7483 10.jpg

 

Peziza michelii 7483 11.jpg

 

 


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 18:03

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

in foto:spore h2o

 

Peziza michelii 7483 12.jpg

 

Peziza michelii 7483 13.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31256 messaggi

Inviato 03 luglio 2018 - 18:04

Peziza michelii (Boud.) Dennis, British Cup Fungi & their Allies: 15 (1960)

in foto:spore blu lattico a caldo

 

Peziza michelii 7483 14.jpg

Peziza michelii 7483 15.jpg

 

Peziza michelii 7483 16.jpg

Peziza michelii 7483 17.jpg

 

Peziza michelii 7483 18.jpg

Peziza michelii 7483 19.jpg


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi