Vai al contenuto


Foto

Chaetomium bostrychodes


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
47 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 05 maggio 2005 - 18:21

Chaetomium sp.?

Immagini Allegate

  • senza_titolo_1.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 05 maggio 2005 - 18:22

con peli così dritti, non saprei che dire

Immagini Allegate

  • Senza_titolo_1.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 gambr

gambr

    Utente Avanzato

  • Banned
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1438 messaggi

Inviato 05 maggio 2005 - 20:59

Dai Marino che è facile.... è Sam Francis .... :googl: :googl: :googl:

Ciao
Gianni

#4 f.doveri

f.doveri

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 141 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 18:23

:googl: Si tratta certamente di un Chaetomium. Con peli così diritti e settati ho visto recentemente su escrementi Chaetomium homopilatum, non descritto nel mio libro. Se solo si potessero conoscere le altre caratteristiche......

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:04

e come no!

Me n'ero accorto anch'io che non c'era nella monografia, infatti l'unico ad avere peli dritti e C. trigonosporum, ma per ovvii motivi è ipossibile che sia lui.

Ecco tutto quello che ho fotografato.

Immagini Allegate

  • miccccro_008.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:05

lo stesso esemplare con altra profondità

Immagini Allegate

  • miccccro_009.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:11

il peridio e un pseudoparenchima a textura angularis

Immagini Allegate

  • miccccro_010.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:12

i peli sono diritti e a parete spessa, con granulazioni sulla parete, più grosse verso la base.

Immagini Allegate

  • miccccro_011.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#9 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:29

i peli sono totalmente pelosetti e con cristalli verso la parte bassa, con cellula basale allargata.
nei peli più lunghi la misura arriva a 110-115 x 4-5.5 µm, con cellula basale fino a 12 µm.

nella foto, la parte bassa e la loro base.

Immagini Allegate

  • miccccro_015.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#10 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:31

la parte mediobassa

Immagini Allegate

  • miccccro_013.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#11 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:31

la parte medioalta.
Frammisti ai peli pigmentati e pelosi c'è un altra tipologia di peli, ialini e lisci lunghi meno della metà dei peli pigmentati, non so se si tratta di peli in crescita oppure di peli che rimangono così.

Immagini Allegate

  • miccccro_014.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#12 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:34

la parte terminale

Immagini Allegate

  • miccccro_012.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#13 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:40

peridio pseudoparenchimatico a struttura angularis, composto da cellule poligonali pigmentate di brunastro, 10-15 x 5-8 µm.

Immagini Allegate

  • miccccro_019.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#14 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:54

Peli ifoidi della base del peritecio.
Lunghi all'incirca 80 µm, settati, pigmentati di marrone e con pareti mediamente spesse, 4 5 µm, di ĝ

Immagini Allegate

  • miccccro_018.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#15 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:58

Aschi ottasporici, clavati 29-32 x 7.5-8.5 µm.

Immagini Allegate

  • miccccro_016.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#16 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 21:58

parafisi non osservate

Immagini Allegate

  • miccccro_017.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#17 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 22:03

spore citriformi, alcune fortemente congofile, altre congofobe (?)

Immagini Allegate

  • miccccro_026.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#18 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 22:37

vediamole meglio nella forma.
Osserviamo spore di due forme ben distinte a seconda se viste di faccia o di profilo.
L'una limoniforme, che è quella più visibile, probabilmente per la sua predisposizione nel mezzo di governo.
L'altra ellissoide "in questa foto non si notano spore di questa forma".

Immagini Allegate

  • miccccro_028.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#19 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 22:39

infine, alcune misure iniziando dalle spore in vista frontale

Immagini Allegate

  • miccccro_027.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#20 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 22:41

il relativo grafico

Immagini Allegate

  • Senza_titolo_1.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#21 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 06 maggio 2005 - 22:42

questo è il grafico della misura di 13 misurazioni delle spore nel profilo.

Immagini Allegate

  • oooooooo.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#22 f.doveri

f.doveri

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 141 messaggi

Inviato 07 maggio 2005 - 11:36

La questione è alquanto più complessa di quanto pensassi in un primo momento. Spero che tu abbia ancora qualche esemplare da studiare in acqua e in Melzer !!!!, in quanto non si tratta di Chaetomium homopilatum ma, secondo il mio parere, di periteci ancora immaturi di Chaetomium bostrychodes, una specie frequentissima in Italia e anche in diverse altre parti del mondo, da me osservata numerose volte su escrementi, ma anche isolata da altri su diversi substrati, tra i quali anche unghie umane. E' importante osservare in acqua in quanto le spore mature (soprattutto quelle che si accumulano in massa tra i peli formando un cirro) in questo mezzo hanno una colorazione grigio-chiara bluastra abbastanza tipica. Altra caratteristica fondamentale da osservare è la reazione delle spore al Melzer. Anche in questo caso l'osservazione può essere fatta anche su periteci maturi in quanto le spore non maturano contemporaneamente. Così si osserveranno spore mature pigmentate del colore sopra detto e spore immature ialine che però sono altamente destrinoidi !!!! E' impossibile sbagliare in quanto le giovani spore destinoidi assumono una bella colorazione arancione-albicocca inconfondibile. Infine altre due caratteristiche, non ultime per importanza, da osservare in periteci maturi. Fino ad ora avete osservato peli più o meno diritti, ma credo che questo sia dovuto al fatto che gli esemplari erano troppo giovani. Con la maturazione i peli apicali si allungano e soprattutto assumono una caratteristica forma spiralata, inoltre la zona periostiolare del peritecio dalla quale hanno origine si manifesta come un anello brunastro che contrasta con la restante parte più chiara del peritecio. Guarda un po' se riesci a osservare tutte queste cose !!!!
Francesco

#23 f.doveri

f.doveri

    Utente Affezionato

  • Registrato
  • StellettaStelletta
  • 141 messaggi

Inviato 07 maggio 2005 - 11:40

:googl: dimenticavo !!
Qualcuno di voi ha un programma, nel quale inserire ad esempio la misurazione di 20-30 spore e ottenere subito le loro dimensioni e quelle degli estremi ? ad es. spore (20-) 22 -25 (-27) x (3,5-) 4-5 µm

#24 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 07 maggio 2005 - 11:56

ma dico, stai scherzando?
A parte le battutine di spirito, credo di aver capito quale sia il tuo problema.

So che molti usano Excel, con cui si può benissimo fare la somma delle spore, trarre il loro Q. medio e le medie relative a lunghezza e spessore.
In alternativa si può creare un piccolo foglio elettronico con access, con tutte le misure impostate.

Secondo il mio punto di vista, questi sono metodi che vanno sostituiti da tecnologie più moderne e sicuramente più funzionali.
In pratica, una fotocamera digitale con cui fare le foto della microscopia e un programma dedicato "per es. Mycometre", per la misurazione e il calcolo delle misure, e tutto diventa molto più veloce e semplice.
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#25 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31367 messaggi

Inviato 07 maggio 2005 - 14:12

ecco fatto.
Come ben si vede, le spore sono destrinoidi in melzer e grigiastre azzurrognole in H2O.
Però, anche in questo caso, ho notato soltanto peli diritti e mai spiralati.
Probabilmente le spirali sono una prerogativa di esemplari ben maturi.
Per il resto, mi ero orientato anch'io su Chaetomium homopilatum ed era la prima specie che avevo preso in considerazione, grazie anche alla morfologia sporale e alle corpose note descrittive della tua monografia.
Il fatto di non aver osservato parafisi, probabilmente era dovuto alla poca conoscenza della specie da parte mia.

Osservando le foto dell'imenio, si notano bene quelle che dovrebbero essere le parafisi, anche in base all'iconografia desunta dalla tua tavola micro.

Immagini Allegate

  • gfgf.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi