Vai al contenuto


Foto

Hebeloma velutipes


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
38 risposte a questa discussione

#1 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 28 dicembre 2007 - 21:37

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)


Descrizione della raccolta: “parzialmente desunta dalle fotografie della raccolta e dall'exsiccatum”.
Cappello fino a 30 mm, all’inizio convesso in seguito piano-emisferico, con basso e largo umbone, margine leggermente involuto, non viscido “con il tempo secco”, ħ discolore, ocra chiaro, crosta di pane al centro, via via più chiaro verso il bordo, margine biancastro, senza evidenti resti di velo.
Lamelle sub ventricose, sinuosette, mediamente adnate al gambo, intercalate da lamellule, biancastre in gioventù, in seguito ocraceo- rosate , infine cioccolato, filo lamellare più chiaro, finemente crenulato, non si sono notate ne micro gocciole ne macule scure.
Gambo 25 - 30 x 0,3 - 0.5 mm, cilindrico e con base uguale o solo leggermente allargata, anche curva, non bulbosa “bulbosetta nell’exsiccata”, apice leggermente più largo, fibrilloso, ricoperto da una fine pruina “caulocistidi”, specialmente nella zona apicale, finemente vellutato verso la base, da bianco-crema a ocra molto pallido, non imbrunente, all’inizio pieno, poi cavo,
Carne soda, poi fibrosa, bianca specialmente nella corteccia del gambo, poi carnicina, ocra nelle morsicature delle larve, con odore indefinito “probabilmente a causa la siccità i basidiomi non emanavano odore di rapa”, sapore non testato: Basidiomi non annerenti in exsiccatum.

Microscopia.
Spore 10,5 - 11,9 x 5,6 - 6,9 µm, in media 11,4 x 6,2 µm, Q. 1,6 - 2, Q. medio., 1,8; amigdaliformi viste di profilo, ovoidi in proiezione frontale, pochissime quelle citriformi, tardivamente destrinoidi, gialle in ammoniaca, mediamente ornamentate, episporio aderente o leggermente scollato in alcuni casi, parete spessa e apicolo laterale poco pronunciato.
Basidi (32,7) 32,91 - 39,98 (41,8) x (7,9) 8,11 - 11,22 (11,5) µm, in media 36,3 x 9,7 µm, tetrasporici, scarsi quelli bisporici.
Cheilocistidi, misura effettuata su 30 elementi: lunghezza (45,2 ) 53,85 - 98,65 (103,5) µm; larghezza alla base (2,8 ) 3,6 - 5,28 (6,1) µm; larghezza della testa (7,0 ) 7,81 - 10,28 (12,0) µm, in una successiva misurazione effettuata su ulteriori 35 elementi: lunghezza (47,7 ) 60,86 - 88,54 (94,9) µm; larghezza alla base (2,1 ) 2,66 - 4,3 (4,9) µm; larghezza della testa (5,1 ) 6,44 - 9,02 (9,7) µm, sinuosi, clavati, da mediamente a fortemente capitulati, a volte con apice bifido, densamente fascicolati su tutto il filo lamellare al punto da renderlo sterile; pleurocistidi assenti; trama lamellare formata da ife cilindriche, ialine.
Pileipellis in ixocute spessa 120 - 200 µm, formata da ife congofile, disposte disordinatamente ed immerse in un gel, filiformi, cilindriche, ĝ 2,0 - 5 µm, le ife più grosse a parete relativamente spessa, non incrostata, alcuni terminali da affusolati ad allargati fino a 8 µm.
Caulopellis formata da ife parallele 4 - 9 µm, di diametro; caulocistidi, misura effettuata su 30 elementi: lunghezza (37,8 ) 41,74 - 68,49 (78,4) µm, larghezza alla base (2,8 ) 4,42 - 8,52 (9,2) µm, larghezza della testa (5,2 ) 5,6 - 9,38 (10,8) µm, simili ai cheilocistidi ma diversi si sono dimostrati e tendenza lageniforme, presenti in grandi quantità e riuniti in folti mazzetti su buona parte della lunghezza del gambo.
Giunti a fibbia presenti in tutti i tessuti del basidioma.

Osservazioni:
La mancanza di dati certi per quanto riguarda l’odore, il sapore e la mancata verifica dell’eventuale presenza, nell’imenoforo, di goccioline lacrimanti, più o meno colorate, hanno creato non poche difficoltà nel tentativo di determinazione di questa raccolta, in più, se vogliamo, possiamo aggiungere anche alcune discrepanze nelle caratteristiche microscopiche che, o per mia negligenza o per altre cause, hanno contribuito a far si che, le difficoltà aumentino, infine, come ciliegina sulla torta ci si è messa di mezzo anche la Nomenclatura che, con la revisione del typus di Hebeloma leucosarx P.D. Orton 1960, da parte di Edmondo Grilli citata in calce alla descrizione di Hebeloma velutipes Bruchet “VESTERHOLT J., 2005”), dove, nello studio dell’exsiccatum di Hebeloma leucosarx P.D. Orton, Grilli ha trovato, frammischiati a reperti di Hebeloma leucosarx P.D. Orton, numerosi esemplari che si possono ricondurre a Hebeloma velutipes Bruchet, facendo pensare ad una eventuale sinonimia omotipica tra i due taxa con relativa priorità del binomio più anziano, cioè Hebeloma leucosarx P.D. Orton 1960.
In ogni caso cerchiamo di riassumere, per punti, in modo da chiarire, per quanto possibile, le cause dei miei dubbi e del perchè abbia mantenuto il bimonio, oggi, ritenuto sinonimo omotipico.
Per raffrontare Hebeloma leucosarx P.D. Orton 1960, con la nostra raccolta ci siamo basati soprattutto sulla descrizione e relativa tavola microscopica pubblicata da (La Chiusa L. 1999) dove vengono raffigura le caratteristiche di Hebelona leucosarx P.D. Orton e più specificatamente la forma delle spore e la struttura della pileipellis, oltre che, la forma dei cistidi imeniali e dei caulocistidi, ora, a parte le misure che, bene o male potrebbero anche rientrare nel range della specie, è soprattutto la forma delle spore (raffigurate con un mammellone apicale molto pronunciato ed in tutte le cinque spore riprodotte nello schizzo "il che fa pensare che questa sia una prerogativa delle spore"), che mi fa sorgere il dubbio che ci sia qualcosa di differente.
Altro particolare, non del tutto conforme a quanto da me riscontrato, lo si trova nei terminali della pileipellis dove, mentre nella tavola microscopica di La Chiusa, i terminali sono raffigurati in maggioranza dilatati, nella totalità dei terminali da me osservati, soltanto alcuni ed in una percentuale che si potrebbe definire del 2-3/% si potrebbero definire allargati, mentre per gli altri terminali il profilo è cilindrico o affusolato, il che, in questo caso, ed in codesta percentuale, non credo si possa definire “carattere tipico”, ma piuttosto, fortuito, relegando questo tipo di terminali a quelli della maggior parte delle specie di questo genere.
Questo per quanto riguarda il paragone con l’ottimo articolo di (La Chiusa L. 1999).
Questo però non è certamente un sistema di paragone "corretto", in quanto, il paragone andrebbe fatto con il lavoro effettuato Grilli sul typus di Hebeloma leucosarx P.D. Orton, di cui però non siamo a conoscenza dei dati di pubblicazione.
Dobbiamo ancora aggiungere che, a confutare l’ipotesi che possa trattarsi della stessa specie o per lo meno di due entità molto prossime lo si può verificare in (Breitenbach J. & F. Kränzlin - 2000) dove, nello schizzo della micrografia Di Hebeloma leucosarx P.D. Orton, le spore si adattano perfettamente con le forme da me rilevate e, l’unica differenza sostanziale rimane quella dei terminali della pileipellis.
Tra l'altro, in quest'opera si possono anche confrontare le due specie, essendoci anche una buona descrizione macro e microscopica a riguardo di Hebeloma velutipes Bruchet.
In quanto al fatto che la raccolta non presenti le tipiche goccioline, stando al parere di autorevoli Autori, specialisti del genere (Grilli E. - 1997), esso non è ritenuto un carattere rilevante ma, aggiungo io, potrebbe addirittura risultare fuorviante, in quanto, la presenza di tali guttule è fortemente correlata allo stato di umidità dell’aria ed alla maturazione e produzione delle spore.
Se, ad esempio, basidiomi ancora allo stadio giovanile, che non abbiano ancora prodotto spore mature, pur possedendo delle gocce “in questo caso ancora bianche”, venissero colti da un improvviso cambiamento atmosferico come potrebbe essere un forte vento secco, ecco che, in questo caso le gocce “ancora bianche”, si asciugherebbero sulle lamelle senza lasciar la minima traccia del loro passaggio.
Certo che, se la produzione sporale riesce a far maturare le spore sin tanto da colorare le gocce e poi, il vento le asciugasse, allora il risultato sarebbe evidente e si potrebbe ben dire di trovarsi di fronte ad una specie secernente micro gocce.
Questo per dire che, se le gocce sono presenti e/o in qualche modo visibili, magari con resti di macule scure, allora potremmo dire di trovarci sicuramente di fronte ad una specie secernente micro gocciole; ma, se ci trovassimo, come in questo caso, di fronte ad una specie senza la minima traccia di queste, non potremmo sicuramente affermare di trovarci di fronte ad una specie che non secerne micro gocciole.
Tanto per puntualizzare, la raccolta è stata effettuata in un periodo estremamente secco e siccitoso, quindi, nulla di strano se in gioventù fossero state presenti.
In conclusione, Hebeloma velutipes Bruchet è specie vicina a Hebeloma crustuliniforme (Bulliard) Quélet, dal quale si differisce per la taglia minore, le spore destrinoidi “carattere da osservare con attenzione”, e la diversa morfologia dei cheilocistidi.
Rimane il fatto che, se confermata, la sinonimia nomenclaturale velutipes/leucosarx, il primo taxon dovrebbe essere abbandonato a favore del binomio Hebeloma leucosarx P.D. Orton 1960

Habitat e Raccolte studiate:
N. scheda: 3686; Data di ritrovamento: 02/10/2007; Località: San Biagio; Comune: Rocca Santa Maria; Coordinate geografiche: 339; III; TERAMO; Altezza slm: f. 3
Habitat: tra castagni e una macchia di noccioli.
Legit: Bruno de Ruvo B. Determinatore: Marino Zugna.

Bibliografia:
BON M., 2002 - Clé de determination du genre Hebeloma. Documents mycologiques, Tome XXXI, Fascicule n°123, 3-40.
Breitenbach J. & F. Kränzlin - 2000 - Champignons de Suisse, tome 5. Mykologia, Lucerne.
Grilli E. - 1997 - Ridescrizione dei caratteri micromorfologici di Hebeloma hiemale. BGMB 40 (2-3): 251-260, 1997
La Chiusa L. 1999 - Contributo allo studio del genere Hebeloma, RdM, 1999, 3: 221-240
VESTERHOLT J., 2005 - The genus Hebeloma; Fungi of Northern Europe, Vol. 3.

Immagini Allegate

  • hebeloma.jpg

Messaggio modificato da marinetto, 02 febbraio 2008 - 20:54

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#2 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 28 dicembre 2007 - 21:38

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

Immagini Allegate

  • hebeloma2.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#3 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 28 dicembre 2007 - 21:38

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

Immagini Allegate

  • hebeloma1.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#4 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 28 dicembre 2007 - 21:39

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

Immagini Allegate

  • hebeloma3.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#5 brunoceppo

brunoceppo

    Reporter di Funghi

  • Foto-reporters
  • 22740 messaggi

Inviato 01 febbraio 2008 - 22:29

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

Immagini Allegate

  • hebeloma5.jpg

Bruno de Ruvo
Teramo-Abruzzo

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:36

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: pileipellis

Immagini Allegate

  • qq_07.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:37

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: pileipellis

Immagini Allegate

  • qq_02.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#8 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:37

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: pileipellis

Immagini Allegate

  • qq_03.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#9 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:37

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: pileipellis

Immagini Allegate

  • qq_04.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#10 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:38

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: pileipellis

Immagini Allegate

  • qq_05.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#11 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:39

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: pileipellis, terminali dilatati.

Immagini Allegate

  • qq_06.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#12 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:40

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi

Immagini Allegate

  • qq_07.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#13 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:41

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi

Immagini Allegate

  • qq_08.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#14 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:41

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi

Immagini Allegate

  • qq_09.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#15 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:42

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi

Immagini Allegate

  • qq_10.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#16 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:43

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi

Immagini Allegate

  • qq_11.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#17 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:44

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi

Immagini Allegate

  • qq_12.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#18 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:44

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi

Immagini Allegate

  • qq_13.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#19 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:45

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi, alcuni bifidi

Immagini Allegate

  • qq_14.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#20 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:46

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi, alcuni bifidi

Immagini Allegate

  • qq_15.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#21 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:46

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: cheilocistidi, alcuni bifidi

Immagini Allegate

  • qq_16.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#22 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:47

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: basidi e cellule imeniali

Immagini Allegate

  • qq_18.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#23 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:47

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: basidi e cellule imeniali

Immagini Allegate

  • qq_19.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#24 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:48

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: spore, dopo 10 minuti in melzer

Immagini Allegate

  • qq_20.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#25 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31349 messaggi

Inviato 02 febbraio 2008 - 19:49

Hebeloma velutipes Bruchet, Bull. mens. Soc. linn. Lyon 39 (6 [Suppl.]): 127 (1970)

In foto: spore, dopo 20 minuti in melzer

Immagini Allegate

  • qq_21.jpg

Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi