Vai al contenuto


Foto

Psilocybe crobula


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
6 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 18 giugno 2009 - 23:01

Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Sydowia 15: 70 (1962) [1961]

Basionimo: Agaricus crobulus Fr., Epicr. syst. mycol. (Upsaliae): 199 (1838) [1836-1838]
Sinonimi: Agaricus crobulus Fr., Epicr. syst. mycol. (Upsaliae): 199 (1838) [1836-1838].
Deconica crobulus (Fr.) Romagn., Revue Mycol., Paris 2: 244 (1937).
Geophila crobula (Fr.) KŘhner & Romagn., Fl. Analyt. Champ. SupÚr. (Paris): 339 (1953).
Naucoria crobula (Fr.) Ricken, Vadem. Pilzfr.: 117 (1920).
Psilocybe inquilina var. crobula (Fr.) H°il., Norw. Jl Bot. 25: 120 (1978).
Tubaria crobula (Fr.) P. Karst., Rysslands, Finlands och den Skandinaviska Half÷ns. Hattsvampar 32: 446 (1879)
Posizione sistematica: Strophariaceae, Agaricales, Agaricomycetidae, Agaricomycetes, Basidiomycota, Fungi

Descrizione macroscopica della raccolta
Pileo ě 5-25 mm, all'inizio convesso, quindi largamente conico, infine quasi disteso e con largo umbone ottuso, con l'umiditÓ striato per trasparenza fino ad 1/3 del raggio, disidratando tende a diventare liscio o con corta striatura appena visibile; evidentemente igrofano. Traslucente e leggermente viscoso con l'umido, con la disidratazione assume un aspetto finemente vellutato-pubescente. Colori di fondo ocracei, ocra-rossastri, nocciola-rossastri con tempo umido, ocra chiaro, cuoio con la disidratazione. Presenti esili residui velari nella zona marginale, margine intero o finemente crenulato, appena pi¨ chiaro.
Strato glutinoso separabile non evidente, probabilmente a causa della disidratazione ed allo stadio di maturazione dei soggetti "l'esame eseguito su exsiccatum, dopo reidratazione in H2O, ha evidenziato uno strato glutinoso solo parzialmente separabile".
Lamelle da largamente adnate ad appena decorrenti per un breve filo, sinuosette, larghe, mediamente fitte, intramezzate da 3-7 lamellule, all'inizio di colore ocra chiaro poi brunastre, tagliente leggermente crenulato, concolore, appena pi¨ chiaro a maturazione.
Stipite 20-40 x 1-3 mm, cilindrico o leggermente allargato verso la base, diritto, ocraceo nella parte superiore, bruno-rossastro in vecchiaia, ricoperto da fine pruina biancastra nella zona apicale e fibrille argentee verso il basso; base con resti miceliari cotonosi di colore bianco aderenti al substrato. Carne esigua, odore e sapore non rilevati.

Descrizione microscopica della raccolta
Spore
Proiezione laterale: 6,2-7,0 x 3,8-4,4 Ám, in media 6,6 x 4,1 Ám, Q. = 1,4-1,7; Qm = 1,6; Vol. 49- 67; Vol.m = 59 Ám│.
Proiezione frontale: 6,2-6,9 x 4,2-4,7 Ám, in media 6,6 x 4,5 Ám, Q. = 1,3-1,5; Qm = 1,4; Vol. 60- 82; Vol.m = 70 Ám│; da ellittiche a sub-amigdaliformi in proiezione laterale, da largamente ovoidali a sub-esagonali in proiezione frontale, con parete spessa 0,5 Ám, e poro germinativo con diametro fino a 1 Ám.
Basidi 20-23 x 6-8 Ám, Qm = 3,1; Vol.m = 586 Ám│; subclavati, tozzi, tetrasporici; filo lamellare sterile. Subimenio formato da cellule subisodiametriche con diametro 2-5 Ám.
Cheilocistidi (16,5) 19-26,5 (29,5) x 4,5-8 x 1,5-3 Ám, lageniformi con ventre non molto ampio e apice subacuto, occasionalmente, appena allargato, a pareti sottili, ialini. Pleurocistidi assenti.
Trama lamellare con ě 2-5,5 Ám, ad andamento regolare, costituita da ife cilindriche, ialine.
Pileipellis di tipo ixocutis; suprapellis formata da ife congofobe, cilindriche, settate, lasse, con ě 2-4 Ám, lisce o finemente incrostate, ialine, immerse in un gel spesso 38-75 Ám; subpellis formata da ife congofile, cilindriche, misuranti 40-80 x 6-15 Ám, confusamente intrecciate, pigmentate di bruno e pi¨ o meno incrostate.
Caulopellis di tipo cutis, formata da ife cilindriche con ě 2,5-8,5 Ám, a pareti fortemente incrostate e pigmentate di brunastro. Caulocistidi 27-41 (46) x 6-9 x 2-4 Ám, presenti nel primo quarto superiore, a mazzetti, o disposti a tappeto per brevi tratti, da lageniformi a sublageniformi o pi¨ raramente con apice leggermente allargato.
Giunti a fibbia abbondanti in tutti i tessuti del basidioma.

Materiali e Metodi: la descrizione Ŕ stata desunta dallo studio di materiale d'erbario e da foto originali.
I preparati microscopici sono stati reidratati e osservati in KOH 2%, Rosso Congo Ammoniacale, L4, Ammoniaca 2%. Le dimensioni sporali si basano su 200 misurazioni, per le rimanenti tipologie cellulari si sono effettuate da 30 a 40 misurazioni a tipologia.
Le misure di tutti gli elementi sono stati effettuati con il software di calcolo MycomÚtre.
Dati di raccolta e Habitat. N. scheda: 4098. Data di ritrovamento: 05/05/2009. LocalitÓ: LocalitÓ Fornaci. Comune: Torricella Sicura (TE). Coordinate geografiche: 42░39'47.81"N 13░40'0.89"E. Altezza slm: f.1. Habitat: crescita lignicola su liana rampicante. Determinatore: Zugna M. Legit: de Ruvo B.

Osservazioni: Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Ŕ molto vicina a Psilocybe inquilina (Fr.) H°il, ambedue inserite all'interno della Sezione Psilocybe, hanno in comune la presenza di uno strato di glutine pileico, facilmente separabile, sottoforma di una pellicola ialina.
Esse si separano, fondamentalmente, per una somma di caratteri che, non sempre, riescono a limitarne una netta separazione specifica.
Ě P. crobula: spore 5.5-8.0 x 4-6 x 3.5-6 Ám; pileipellis in ixocutis, spessa 100-300 Ám, resti di velo abbondanti, Habitat su resti vegetali o anche su resti legnosi
Ě P. inquilina: spore 7-10 x 5-7.0 x 4-6 Ám. pileipellis in ixocutis, spessa 70-130 Ám, resti di velo poco abbondanti, Habitat: su resti vegetali
Ě Nostra raccolta: spore 6,6 x 4,1 x 4,5 Ám, pileipellis in ixocutis, spessa 40-75 Ám, resti di velo poco abbondanti, Habitat: su resti vegetali
Nella raccolta in oggetto nonostante a livello microscopico si abbia riscontrato una netta ixocutis, anche se non molto spessa, formata da uno strato di gel e di ife congofobe, macroscopicamente, non abbiamo potuto sincerarsi della presenza della tipica pellicola glutinosa nettamente separabile, il che ci ha lasciato con qualche dubbio, di fronte ad una caratteristica che potrebbe non sempre essere cosý costante.
In ogni caso Ŕ logico supporre che, l'evidente presenza di una ixocutis, o per contro la sua totale assenza, possa essere un valido carattere per mantenere separate due, o pi¨, taxa.
Meno logico, supporre che, due specie provviste di ixocutis si possano separare in base allo spessore della stessa, questo mi sembra un carattere piuttosto insicuro in quanto l'ixocute potrebbe variare, anche di molto, in qualitÓ dello stadio maturativo maturazione dei basidiomi e, soprattutto, in base allo stadio di idratazione e/o disidratazione dovuto a cause atmosferiche.
Riteniamo che, la quantitÓ di residui velari sul pileo possa essere un carattere spesso legato a fattori climatici, quindi non significativamente costante a livello tassonomico.
L'habitat, alle volte sovrapponibile (come in questo caso "su liana rampicante"), non possa, ne confermare, ne tantomeno escludere, l'ipotesi di una o altra specie.
Le spore, di taglia molto piccola, soprattutto per quanto riguarda la misura di lunghezza minima (anche in base al numero di misure effettuate "200") posano essere il carattere pi¨ stabile sul quale basarci per una determinazione.
Pertanto, ancora una volta, la somma di queste caratteristiche ci portano a considerare Psilocybe crobula come l'ipotesi pi¨ plausibile per questa ennesima raccolta.

Bibliografia
Bon M. & Roux P., 2003. ClÚ analytique de la famille Strophariaceae Singer & A.H. Smith. Doc. Mycol. 33 (129).
Bas, C., Kuyper, Th.W., Noordeloos, M.E. & Vellinga, E.C. (eds) (1999). Flora Agaricina Neerlandica 4.
Breitenbach J. & Krńnzlin F., 1995- Champignons de Suisse. Tome 4. Champignons Ó lames 2Ŕme partie.
Cetto B., 1975-1993 - I funghi dal vero. Trento. Taav. 1-3042.
Index Fungorum: http://www.indexfung...Names/Names.asp
KŘhner R., Romagnesi H., 1953 - Flore Analytique des Champiognons supÚrieurs.
KŘhner R., Romagnesi H., 1954-1958 - ComplÚments Ó la "Flore Anayique". [Reprint: Biblioth. Mycol. 1977.
Moser M., 1983 - Guida alla determinzione dei funghi (Polyporales, Boletales, Agaricales, Russulales).
Watling, R. & Gregory, N.M. (1987). British Fungus Flora. Agarics and Boleti 5. Strophariaceae and Coprinaceae


aaa_01.jpg
foto de Ruvo

aaa_02.jpg
foto de Ruvo

aaa_03.jpg
foto de Ruvo


Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 18 giugno 2009 - 23:01

Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Sydowia 15: 70 (1962) [1961]

In foto: pileipellis

aaa_04.jpg


aaa_05.jpg


subpellis
aaa_06.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 18 giugno 2009 - 23:01

Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Sydowia 15: 70 (1962) [1961]

In foto: cheilocistidi

aaa_07.jpg


aaa_08.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 18 giugno 2009 - 23:02

Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Sydowia 15: 70 (1962) [1961]

In foto: subimenio


aaa_09.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 18 giugno 2009 - 23:02

Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Sydowia 15: 70 (1962) [1961]

In foto: spore


aaa_10.jpg


aaa_11.jpg


aaa_12.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 18 giugno 2009 - 23:02

Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Sydowia 15: 70 (1962) [1961]

In foto: caulopellis

aaa_15.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#7 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 18 giugno 2009 - 23:03

Psilocybe crobula (Fr.) Singer, Sydowia 15: 70 (1962) [1961]

In foto: caulocistidi

aaa_13.jpg


aaa_14.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi