Vai al contenuto


Foto

Psilocybe semilanceata


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
5 risposte a questa discussione

#1 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 29 settembre 2012 - 16:34

Psilocybe semilanceata (Fr.) P. Kumm., Führ. Pilzk. (Zwickau): 71 (1871)


Basionimo: Agaricus semilanceatus Fr., Observ. mycol. (Havniae) 2: 231 (1818)

Sinonimi: Agaricus semilanceatus Fr., Observ. mycol. (Havniae) 2: 231 (1818)

Panaeolus semilanceatus (Fr.) J.E. Lange, Fl. Agaric. Danic. 4: 84 (1939)
Panaeolus semilanceatus (Fr.) J.E. Lange, Dansk bot. Ark. 9(no. 1): 24 (1936)


Posizione sistematica: Strophariaceae, Agaricales, Agaricomycetidae, Agaricomycetes, Basidiomycota, Fungi

Diagnosi originale
Fries E.M., 1818. Observationes Mycologicae 2: 178-179, s.n. Agaricus semilanceatus.
145. AGARICUS semilanceatus, pileo subcarnoso conico acuto sicco flavo, lamellis adscendentibus adfixis purpurascenti-nigris, stipite elongato subnudo.
Ag. semiglobatus. Sowerb. t. 240 f. 1-3 (stipes modo obsolere annulatus).
In silvaticis locis graminosis iuxta vias haud frequens. Aug. Sept.
Descr. Habitus et color exacte A. semiglobati, forma sequentis. Subgregarius. Stipes fistulosus, 2-3 unc. longus, 1 lin. crassus, aequalis teres, saepe flexuosus, tenax laevis glaber, flavus unicolor l. deorsum olivaceus. In meo nec annulatus, nec pulverulentus. Pileus leviter carnosus, acute conicus, explanatus uncialis; laevis glaber subsiccus flavus. Lamellae purpureo nigrae totae adfixae alternae, apice latiores.

Preambolo
La raccolta fa riferimento ad un gruppetto di una quindicina di esemplari a crescita gregaria o aggregata, in ottimo stato di conservazione ed in diversi stadi di maturazione, raccolti in una prateria montana adibita a pascolo bovino. I basidiomi sono di dimensioni medio-piccole, di forma tipicamente Mycenoide, con carne poco consistente e senza odori o sapori particolari.

Quadro macroscopico della raccolta
Pileo di diametro 10-20 mm, x 10- 20 (25) mm di altezza; mm, nei primissimi stadi maturativi da campanulato a conico-campanulato, successivamente conico-acuto ma anche conico-ottuso o tronco-conico, spesso con papilla più o meno netta. Margine all’inizio involuto poi reflesso. Cuticola igrofana, liscia e vischiosa, con il tempo umido più o meno striata per trasparenza e ben visibile (talvolta fino a lambire la porzione discale) a tempo secco la striatura è appena percettibile per un breve tratto. Colore bruno-grigiastro, bruno-nerastro con evidenti sfumature olivastre o verde-olivastre, soprattutto in periferia e verso il margine, ocraceo più chiaro nella porzione discale con il tempo umido; totalmente impallidente a tempo secco con tendenza a divenire completamente ocra o ocraceo con tonalità giallastre. Velo assente.
Lamelle da annesse a sub-libere, ventricose, mediamente fitte (da 23 a 25 lamelle, intercalate da 1-3 lamellule di diversa lunghezza). In gioventù di color grigio chiaro poi bruno-grigio scuro con riflessi porporini; filo lamellare, leggermente più chiaro delle facce, finemente crenulato.
Stipite 40-100 x 2-4 mm, cilindrico e diritto o sinuoso e contorto, spesso ricurvo in basso, un po’ allargato all’apice ed alla base. Pruinoso nel terzo superiore, fibrilloso in basso, da argenteo a ocra-giallastro ma anche bruno più o meno scuro e fino a nerastro con l’età o con la manipolazione, facilmente macchiantesi di verde o di bluastro, sia nella porzione basale sia a zone, ma anche totalmente. Provvisto di un evidente feltro miceliare biancastro, anch’esso spesso inverdente; fistoloso, cavo. Privo di velo.
Carne ocracea, effimera al margine, leggermente più abbondante al disco e nell’umbone, leggermente imbrunente nello stipite, insapore. Gli exsiccata mantengono i colori originali e soffusi toni verdastri ma non anneriscono assolutamente.
Odore da sub-rafanoide negli esemplari disidratati a sub-farinoso-gommoso (in alcuni casi ricorda vagamente quello dei Lycoperdon), negli esemplari freschi .
Sporata: Bruno scuro = D-13 del codice Moser “ottenuta su vetrino posto in exsiccatum”

Descrizione delle caratteristiche microscopiche
Spore (10,7) 11,4-12,8 (16,9) x (6,1) 6,4-7,1 (8,7) µm, in media 12,2 x 6,8 µm, Q. (1,5) 1,7-1,8 (2,0), Q.m.= 1,8; Vol. (219) 249-346 (680), Vol.m.= 300 µm3, in proiezione laterale ellissoidali con ventre leggermente appiattito, in proiezione frontale ellissoidi; lisce, di colore bruno-rossastre in KOH, parete spessa 0,8-1,0 µm, in media 0,76 µm, poro germinativo centrale, largo 0,6-1,4 µm, in media 1,0 µm, apiculo poco evidente.
Basidi (23,7) 24,5-32,0 (32,7) x (8,6) 8,8-10,7 (11,2) µm, in media 27,8 x 9,8 µm, Q.m.= 2,83; Vol.m.= 1435 µm3, claviformi, sovente con una leggera strozzatura centrale, tetrasporici, rarissimamente bisporici.
Cheilocistidi (16,8) 23,5-32,5 (37,1) x (4,0) 4,6-6,7 (7,4) µm, in media 26,4 x 5,5 µm, Q.m.= 4,81; Vol.m.= 445 µm3, lageniformi con ventre più o meno allargato e porzione superiore rastremata con apice largo 1-1,5 µm, frammisti ad altri con ventre di forma irregolare e apice bifido. Filo della lamella sterile.
Subimenio composto da una corta cellula subisodiametrica o inflata soprastanti uno strato di ife filamentose.
Trama lamellare regolare. Pleurocistidi non osservati.
Pileipellis disposta in ixocutis spessa 100-130 µm, formata da ife settate, con diametro di (1,9) 2,2-5,5 (5,9) µm, lisce o finemente incrostate, immerse in un gel ialino.
Subpellis disposta in cutis, costituita da un denso strato di ife con diametro (4,6) 5,1-8,0 (9,1) µm, finemente incrostate e pigmentate di giallo-ocraceo.
Stipitipellis disposta in cutis, costituita da ife settate con diametro (3,0) 3,1-5,2 (5,3) µm.
Caulocistidi (23,8) 25,5-37,3 (37,4) x (5,2) 5,4-7,8 (9,4) µm, in media 31,3 x 7,1 µm, Q.m.= 4,49; Vol.m.= 841µm3 lageniformi, con ventre allargato e porzione superiore rastremata con apice largo 1,2-2,3 µm. Non osservati cheilocistidi di tipologia bifida.
Giunti a fibbia abbondantemente presenti ovunque.

Materiali e Metodi
La descrizione macroscopica è stata eseguita su materiale fresco, di seguito, lo studio microscopico su materiale secco reidratato con KOH 5%. I preparati sono stati osservati usando come mezzo di governo H2O; ove necessario si è adoperato Rosso Congo Ammoniacale 6% per meglio evidenziare le differenti tipologie cellulari. Le misure microscopiche sono state eseguite con il software di calcolo Mycométre gentilmente fornitoci dal Sig. Georges Fannechère e prelevabile a questo indirizzo http://mycolim.free.fr. Le misure sporali si riferiscono a 100 unità, effettuate in proiezione laterale ottenute da sporata, scartando spore ancora evidentemente immature e senza tener conto dell’apiculo, per le rimanenti tipologie cellulari si sono eseguite un minimo di venti misure a tipologia. Per la terminologia riguardante la tipologia delle caratteristiche macro e microscopiche, si fa riferimento a Else C. Vellinga 1998: (Flora Agaricina Neerlandica 1- Chapter 8; Glossary). Per quanto riguarda la nomenclatura aggiornata e gli Autori delle specie, nella maggior parte dei casi, si è fatto riferimento all’Index Fungorum http://www.indexfungorum.org/ e http://www.mycobank.org/MycoTaxo.aspx . Per le osservazioni dei caratteri macroscopici, in alcuni casi, ci siamo valsi di uno stereo microscopio Optech trinoculare e del supporto di foto macro ad alta risoluzione. Le foto macro sono eseguite in habitat con l’ausilio di una fotocamera Reflex EOS 50D + obiettivo Canon EF 100mm f/2.8 Macro USM. Le foto concernenti la microscopia, sono state eseguite con il corpo macchina della medesima fotocamera, posto sul terzo occhio di un microscopio biologico Optech Biostar B5, supportato da ottiche Plan-APO, illuminazione alogena 12V-50 W a luce riflessa, con regolatore d'intensità. Le collezioni d’erbario sono conservate nell'erbario A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso.

Dati di raccolta e Habitat
N. scheda: 4872. Data di ritrovamento: 05/09/2012. Località: Rogla. Comune: MARIBOR (SLO). Coordinate geografiche: 46°27'13.02"N 15°19'53.16"E. Altezza s.l.m.: 1500. Habitat: prato montano adibito a pascolo bovino, su terreno azotato. Determinatore: Zugna M. Legit: de Benigni S., Zugna M. Data inserimento: 05/09/2012

Osservazioni
P. semilanceata viene sistemata da (Noordel. 2011), nella Sezione Psilocybe, Stirpe Psilocybe, dove, assieme ad essa, trovano posto specie con Habitus Mycenoide o Collybioide, con o prive di resti di velo; carne virante più o meno spontaneamente al verde-bluastro “specialmente alla base dello stipite”. Microscopicamente, le spore ellissoidi o ovoidi, a parete spessa e con poro germinativo largo e centrale; pleurocistidi assenti.
Alla sezione appartengono:
P. fimetaria (P.D. Orton) Watling 1967, ad Habitus Collybioide, possiede un anello o una zona anulare ben delimitata.
Psilocybe strictipes Singer & A.H. Sm. 1958, ad Habitus Collybioide, presenta cospicui resti fibrillosi di velo al margine pileico e sullo stipite
P. liniformans Guzmán & Bas 1977, ad Habitus Collybioide, possiede il filo lamellare gelificato.
P. hispanica Guzmán 2000, ad Habitus Collybioide.
P. semilanceata si differenzia piuttosto agevolmente dalle altre appartenenti alla sua stirpe principalmente per l’Habitus tipicamente Mycenoide, con pileo caratteristicamente conico o conico-campanulato e con umbone più o meno papillato mai completamente aperto, marginalmente striato per trasparenza, resti velari completamente assenti. Le spore in proiezione frontale sono ellissoidali.

Bibliografia
Bon M. & Roux P. (2003). Clé analytique de la famille Strophariaceae Singer & A.H. Smith. Doc. Mycol. 33 (129).
Bas, C., Kuyper, Th.W., Noordeloos, M.E. & Vellinga, E.C. (eds) (1999). Flora Agaricina Neerlandica 4.
Breitenbach J. & Kränzlin F., 1995- Champignons de Suisse. Tome 4. Champignons à lames 2ème partie.
Index Fungorum: http://www.indexfung...Names/Names.asp
Kühner R., Romagnesi H., 1953 - Flore Analytique des Champiognons supérieurs.
Kühner R., Romagnesi H., 1954-1958 - Compléments à la "Flore Anayique". [Reprint: Biblioth. Mycol. 1977.
Moser M., 1983 – Guida alla determinzione dei funghi (Polyporales, Boletales, Agaricales, Russulales).
Noordeloos, M.E. (2011). Funghi Europaei. Strophariaceae s.l. (Funghi Europaei-13). Saronno.
Watling, R. & Gregory, N.M. (1987). British Fungus Flora. Agarics and Boleti 5. Strophariaceae and Coprinaceae


psilocybe semilanceata 4872 02.jpg

psilocybe semilanceata 4872 04.jpg

psilocybe semilanceata 4872 03.jpg

psilocybe semilanceata 4872 06.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#2 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 29 settembre 2012 - 16:38

Psilocybe semilanceata (Fr.) P. Kumm., Führ. Pilzk. (Zwickau): 71 (1871)

In foto: pileipellis, R.C. Amm. 6%

psilocybe semilanceata 4872 08.jpg

psilocybe semilanceata 4872 10.jpg

psilocybe semilanceata 4872 12.jpg

psilocybe semilanceata 4872 15.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#3 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 29 settembre 2012 - 16:40

Psilocybe semilanceata (Fr.) P. Kumm., Führ. Pilzk. (Zwickau): 71 (1871)

In foto: cheilocistidi, KOH 5%, R.C. Amm. 6%

psilocybe semilanceata 4872 18.jpg

psilocybe semilanceata 4872 19.jpg

psilocybe semilanceata 4872 24.jpg

psilocybe semilanceata 4872 25.jpg

psilocybe semilanceata 4872 26.jpg

psilocybe semilanceata 4872 27.jpg

psilocybe semilanceata 4872 28.jpg

psilocybe semilanceata 4872 29.jpg

psilocybe semilanceata 4872 30.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#4 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 29 settembre 2012 - 16:41

Psilocybe semilanceata (Fr.) P. Kumm., Führ. Pilzk. (Zwickau): 71 (1871)

In foto: basidi, R.C. Amm. 6%

psilocybe semilanceata 4872 33.jpg

psilocybe semilanceata 4872 34.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#5 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 29 settembre 2012 - 16:42

Psilocybe semilanceata (Fr.) P. Kumm., Führ. Pilzk. (Zwickau): 71 (1871)

In foto: spore, KOH 5%

psilocybe semilanceata 4872 37.jpg

psilocybe semilanceata 4872 39.jpg

psilocybe semilanceata 4872 40.jpg

psilocybe semilanceata 4872 42.jpg

psilocybe semilanceata 4872 43.jpg

psilocybe semilanceata 4872 44.jpg

psilocybe semilanceata 4872 45.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso

#6 marinetto

marinetto

    Utente Avanzato

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 31346 messaggi

Inviato 29 settembre 2012 - 16:43

Psilocybe semilanceata (Fr.) P. Kumm., Führ. Pilzk. (Zwickau): 71 (1871)

In foto: caulopellis e caulocistidi, R.C. Amm. 2%

psilocybe semilanceata 4872 49.jpg

psilocybe semilanceata 4872 50.jpg

psilocybe semilanceata 4872 51.jpg

psilocybe semilanceata 4872 53.jpg

psilocybe semilanceata 4872 55.jpg

psilocybe semilanceata 4872 56.jpg

psilocybe semilanceata 4872 58.jpg
Marino Zugna
A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi